adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Tournée

sabato 19 Marzo, 2011 | di Margherita Merlo
Tournée
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Keep on, keeping on
Cosa fare quando il sogno di portare nel cuore della Francia l’arte del new burlesque, gradatamente sfuma per poi spegnersi del tutto? Pazienza, si riparte da zero, un’altra volta, in scena sempre col sorriso, con lo spirito che permette di dimenticare ogni delusione, mascherandole sotto strati di lustrini e ciglia finte.

È questo quello che fanno le cinque protagoniste dell’ultima opera scritta, diretta ed interpretata da Mathieu Amalric. Quest’ultimo impersona un ex produttore televisivo, scappato in America e ritornato nella natia Francia, che trascina con sé le artiste promettendo loro successo e fama nella bella Parigi. Comincia così un susseguirsi di partenze verso nuove città non ben definite, siccome questo parziale road movie decreta come luoghi prediletti per l’azione teatri, alberghi e camerini, mischiando la loro staticità con il veloce movimento del treno o dell’auto.
Nonostante l’evidente disfacimento del sogno di gloria, le donne sembrano divertirsi ugualmente, giocando a fare le turiste, senza però mai mischiarsi alla gente comune: loro sono artiste, eccessive e appariscenti sul palco, come nella vita di tutti i giorni. Ognuna con la propria personalità dirompente, intelligenza e fantasia estrosa, lasciano poco spazio al sottile personaggio maschile, ansioso e soffocato dai vari problemi che si susseguono, schiacciato come una ranocchia compressa tra chiassose elefantesse non più giovanissime. Nessuna vergogna per il corpo, lo strumento più prezioso per creare umoristiche coreografie, non anonimi e meccanici numeri di spogliarello. Le protagoniste esaltano una fisicità abbondante e burrosa di natura, con costumi succinti e accattivanti, senza la necessità di doverla strizzare per far risaltare le generose forme o coprirla per nasconderne i difetti.
Premiato a Cannes per la miglior regia, Amalric decide di affidarsi a vere professioniste per dare volto a persone che sanno sorridere comunque, nonostante le difficoltà della vita. Diventa questo il punto di forza del film: verità nella finzione della pellicola, nel ritratto di donne come tante altre ma allo stesso tempo delicatamente irraggiungibili, osservate da dietro un’ipotetica lastra di cristallo, rappresentata da vetri d’auto, finestre o vetrine, fino al limite ultimo, l’obbiettivo della macchina da presa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly