adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Iconoclastie

martedì 10 Maggio, 2011 | di Roy Menarini
Iconoclastie
Editoriale
0
Facebooktwittergoogle_plusmail

Il vero peccato che sta commettendo l’amministrazione Obama è quello di iconoclastia. Probabilmente, gli intenti erano persino comprensibili: dopo che il guerriero Bush ha mostrato i cadaveri sfigurati dei figli di Saddam, poi ha lasciato che gli irakeni impiccassero Saddam praticamente in diretta web mondiale – quindi combattendo i terroristi con le loro stesse armi dello shock barbarico/mediatico – Obama ha cercato di far emergere anche linguisticamente il proprio “soft power”.

Ma negare ogni immagine del cadavere di Osama e soprattutto gettarlo in mare occultandone per sempre l’ostensione, non ha solo negato la pietas che l’Occidente dovrebbe mostrare per distinguersi dalla violenza degli stragisti, ma ha appunto prodotto una iconoclastia. Ad essa si sono ispirati i talebani quando hanno bombardato tutte le statue sacre dell’Afghanistan e annientato un tesoro millenario dell’umanità. Significa eliminare le effigi, perché le si considerano insopportabili o contrarie alla morale e alla religione.
Osama, ovviamente, non è un tesoro dell’umanità, ma solo un assassino di massa, ben protetto fino a pochi giorni fa da vasti settori del governo pakistano (tra parentesi: non sarà il caso di chiedersi a questo punto che rapporto c’era tra Osama e gli oppositori di Benazir Bhutto quando fu fatta saltare per aria insieme ad altre decine di innocenti?). Però vale la stessa riflessione: l’iconoclastia, nell’epoca dei media, per un Presidente che ha cominciato la campagna per la rielezione nel quartier generale di Facebook, rappresenta un vulnus. Sottintende che la gente deve essere protetta da se stessa, per evitare che l’ostensione di un cadavere (come accaduto in passato) generi un culto.
Che cosa c’entra tutto questo con il cinema? C’entra solo con il cinema. È il cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly