adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Palmarès e autori

lunedì 23 Maggio, 2011 | di Roy Menarini
Palmarès e autori
Editoriale
0
Facebooktwittergoogle_plusmail

Circola un’aria strana, ormai da qualche tempo. Ci sono colleghi, cattedratici di cinema e critici, che hanno deciso che il cinema – ovvero il mezzo espressivo che dovrebbero studiare (amarlo forse, ma non pare requisito necessario) – è finito, morto, sepolto.

E sono tutti euforici per il mondo che sta nascendo, per il seppellimento degli autori, per la crisi del circuito d’essai, per la fatiscenza dei grandi festival: godono insomma delle enormi difficoltà del cinema “d’arte”. dardenneIntanto, mentre sono impegnati a distruggere la falsa coscienza dei maestri e dei magniloquenti difensori reazionari d’essai, si pongono in ogni aspetto come collaborazionisti del contemporaneo. Pensano (o fingono) di decrittare l’universo neomediale e anti-intellettualistico, e usano gli studi culturali in maniera esattamente contraria a quella per cui sono nati, quindi cercando la bontà intrinseca e la complessità di testi commerciali e presuntamente popolari. Sono tornati ad essere immanentisti, pur sguazzando nell’ovvio. Contenti loro.

Noi invece siamo soddisfatti che Malick abbia vinto la Palma d’Oro e che i Dardenne abbiano vinto il Gran Premio della Giuria, che a Cannes si siano visti fior d’autori e film molto interessanti, che ci sia ancora una differenza estetica tra vedere The Tree of Life o Il dilemma. In verità, nell’epoca della crisi d’intelligenza del comparto cinematografico hollywoodiano e – diciamo così – del sistema simbolico statunitense, mai come ora sembra essere necessario e vivificante il cinema d’autore. Se poi si vuole pensare che l’autore-demiurgo è roba passata, che è meglio volare bassi, che chi vuole ancora oggi reinventare l’universo del vedere e del sentire sia un povero sciocco, padronissimi. Ho sempre avuto una certa ammirazione per chi pensa di vivere nel migliore dei mondi possibili. Basta che poi non ce lo venga a raccontare, perché saremo lì a smascherarne la disonestà intellettuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly