adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

6 giorni sulla Terra

lunedì 20 Giugno, 2011 | di Daniel Paone
6 giorni sulla Terra
In sala
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

La realscienza?
“Gli alieni non arriveranno dal cielo, sono già dentro di noi”. E’ questa la rivelazione di 6 giorni sulla Terra, primo film italiano sui presunti casi di “alien abduction”. Con un’autoproduzione militante il regista Varo Venturi si fa portavoce delle teorie del Prof. Corrado Malanga che da anni, attraverso l’ipnosi regressiva, studia persone convinte di essere state addotte dagli extraterrestri.

La scorsa settimana, in attesa dell’uscita del film, rimandata più volte a causa di problemi nella distribuzione, lo avevamo intervistato per conoscere il suo parere. Malanga sottolinea come “nonostante in 6 giorni sulla Terra sembrano accadere cose incredibili è la realtà che supera la fantasia. Il film non inventa nulla – dice – le minacce che riceve il protagonista, l’ipnosi regressiva con persone che parlano lingue arcaiche, la presenza di queste entità, sono cose che vivo anch’io quotidianamente”.

6giorni-sulla-terra Abbiamo chiesto al professore se, da quando ha iniziato i suoi studi, fosse mai venuta fuori una prova strettamente scientifica che potrebbe definire inconfutabile. Secondo lui, tutti gli addotti analizzati hanno il corpo disseminato da microchips fatti di materiali con percentuale isotonica differente da quella terrestre; “l’unica spiegazione scientifica è che la loro provenienza è extraterrestre”. Anticipando la domanda successiva, ha spiegato che la cosa non interessa la comunità scientifica perché c’è una collusione tra poteri forti ed alieni che si sono divisi il territorio e controllano il Pianeta. Ci ha parlato appassionatamente di matrici di punti di luce, di razze aliene che esistono da millenni e utilizzano i nostri corpi come “contenitori” e quella che chiamiamo “anima” come fonte di energia per abitare nella nostra dimensione. La cospirazione globale vede coinvolti governi, aristocrazia nera, massoneria, servizi segreti francesi, israeliani e americani. Ritroviamo tutto ciò anche nel film. Venturi, che ci ha anch’egli gentilmente concesso una lunga intervista telefonica, parla di un’opera che usa la fantascienza solo per avvicinare il grande pubblico ad un argomento difficile ma che in realtà sarebbe più opportuno definire realscienza. “Il mio – dice – è un film neorealista, totalmente opposto a tutto ciò che produce Hollywood dove fino ad ora il discorso alieno è stato imbrigliato nella fiction”.
Per la seconda volta in pochi anni, dopo Il Quarto tipo di Olatunde Osunsanmi, un altro film sostiene apertamente la teoria dei rapimenti alieni. Con molta curiosità siamo andati a vederlo in una delle poche sale in cui è stato presentato quasi clandestinamente (nessuna locandina, nessun tipo di pubblicità). Il risultato è piuttosto deludente per due motivi: il primo, e più importante, è la qualità del film dal punto di vista tecnico. Il secondo è che non c’è la minima traccia di un rapporto con la realtà e la scienza a meno che il termine realscienza non dia per scontato che siamo già tutti consapevoli che i nostri vicini siano ibridi-ariani in combutta con gli extraterrestri. Rispetto ad un prodotto hollywoodiano, tra l’altro, si notano solo i pochi mezzi con cui è stato realizzato, ma la struttura narrativa è identica a molti altri film di genere. Sceneggiatura, fotografia e montaggio danno spesso l’impressione di un lavoro confuso ed amatoriale. Venturi mette in scena una fantascienza classica, con effetti speciali, alieni di ogni tipo, un team di studiosi che farebbe sentire a disagio qualsiasi ricercatore e, paradossalmente, sorgere dubbi anche ai sostenitori più convinti. Il compito di liberare una ragazza posseduta da Exabor di Ur, antica entità Sumera che il dottor Piso ha risvegliato con l’ipnosi regressiva, è affidato in successione ad un prete esorcista, un prete esorcista pedofilo, una zingara, un gruppo di musicisti/pirati informatici. Proprio questi ultimi riescono a mandar via l’ospite portandolo ad un rave, dove le alte frequenze musicali saranno in grado di eliminare l’antifrequenza -666, che non è il numero della bestia bensì il “risveglio di Anima”, l’unica in grado di scacciare il parassita. Troppo complicato dare conto di questa e di tutte le teorie affrontate dal film. Le tesi pseudo-scientifiche, tutte insieme, sono un pasticcio difficilmente credibile per chi non è stato addotto almeno una volta nella vita. In attesa che l’esistenza degli alieni venga provata e la nostra recensione smentita (non dal punto di vista cinematografico, questo è sicuro), si può parlare di un film di nicchia, di cui restano comunque alcune scene cult: l’assistente di Piso (kefiah teschiata e passione per l’hashish) a cui Exabor promette di far nascere figli con la testa di cane, la suora impegnata in un rapporto orale o forse a pulire la giacca del prete, Exabor contro Platon (il prete pedofilo), la scoperta del -666, il rave nel gran finale.

6 giorni sulla Terra
1 1 20%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly