adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Harry Potter e i doni della morte – parte 2

sabato 16 Luglio, 2011 | di Barbara Busato
Harry Potter e i doni della morte – parte 2
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Un omaggio ai suoi registi
Come dire addio a una saga che ha tenuto compagnia ai suoi spettatori per 10 anni? In questo capitolo conclusivo, David Yates ha pensato bene di fare un breve excursus di ciò che è stato il fenomeno Harry Potter nel corso dei vari film tentando di dare una certa omogeneità, che ovviamente è mancata a causa dei frequenti cambi di regia che si sono susseguiti per tutta la serie.

Se c’è una cosa di cui la trasposizione cinematografica dei libri di J.K. Rowling ha sofferto più di tutto è stato proprio il continuo cambio di regia: Chris Columbus, Alfonso Cuaron, Mike Newell e David Yates hanno diretto i film a loro affidati ognuno con la propria sensibilità, com’è giusto che sia, con il risultato però di avere ambienti e atmosfere ogni volta diversi.
L’operazione di Yates, per questo ottavo capitolo, è stata quella di legare tra loro i vari film, cosicché si potesse vedere il percorso fatto non solo dagli attori e protagonisti, ma anche dagli stessi registi, in una sorta di grande omaggio finale.
La storia si svolge quasi interamente all’interno della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, e questo ci dà modo di avere una panoramica generale dei luoghi dei film, anche se in questa occasione verranno distrutti nella battaglia conclusiva, come il ponte di legno che porta alla scuola, elemento aggiunto da Alfonso Cuaron (regista di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban) e mantenuto anche nei film successivi.
Sebbene nel libro non venga esplicitato ma è solo lasciato intuire, Yates ha deciso di girare la scena della distruzione di uno dei sei Horcrux creati da Lord Voldemort all’interno della Camera dei Segreti, luogo protagonista dell’omonimo libro. Felice è stata la scelta di mantenere la struttura dell’ambiente così come l’avevamo vista sotto la direzione di Chris Columbus, rassicurando lo spettatore sul fatto che i registi che si sono succeduti non hanno stravolto completamente il lavoro dei precedenti, ma ne hanno preso atto e sono progrediti, lasciando comunque una traccia del loro trascorso. In questo modo lo spettatore, conscio del fatto che le diverse regie hanno comportato scelte stilistiche a volte molto differenti, sente comunque che il passato non è completamente perduto e ha la sensazione di aver chiuso un cerchio aperto 10 anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly