adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Venezia vista da lontano

giovedì 8 Settembre, 2011 | di Roy Menarini
Venezia vista da lontano
Editoriale
0
Facebooktwittermail

Chi scrive questo editoriale non è a Venezia. Non ci va da anni. Per motivi tutto sommato semplici: quando non si deve scrivere per qualche testata, ed essendo impegnati in ruoli didattici e su differenti compiti (per esempio recensire le prime visioni e non le pellicole al Lido), si fa volentieri a meno di file, zanzare, colleghi, cibi scadenti e tutto il resto.

Tuttavia rimane quel filo di invidia che rode, e che porta a leggere con avidità gli scritti dei nostri inviati di Mediacritica, che stanno seguendo il festival con la stessa libertà e la medesima autonomia di sempre. Recensiamo quel che ci sembra opportuno, analizziamo comunque tutti i film che escono anche in prima visione, e cerchiamo di offrire un prisma critico sul festival quanto più possibile sfaccettato.
E dunque com’è questa Mostra, a giudicarla leggendo Mediacritica, e leggendo gli amici delle altre testate su web e su carta? Meglio del solito, all’apparenza, almeno stando ai giudizi medi che emergono dal coro critico. Pur essendo ormai il festival che raccoglie ciò che Cannes lascia per strada, Venezia si riconferma numero due al mondo, che non è niente male. Meglio essere Nadal che Roddick, insomma, e meglio essere l’Inter che la Juventus, per rimanere a ex numeri uno che comunque se la cavano benissimo se paragonati agli altri nobili decaduti. Il nuovo che avanza? Roma no di certo, in chiaro ridimensionamento (se ne parla pochissimo e ha finalmente vestito i panni più consoni del festival metropolitano). Torino? Resta capofila dei festival medi. I festival specialistici? Sono i nostri preferiti, nonché la vera spina dorsale della cultura cinematografica di esposizione e mostra, ma non vanno fatti competere con Venezia.
Ora, però, la sfida è un’altra. Da tempo i film presentati e premiati a Venezia non attraggono pubblico. Fatta la tara allo strapotere commerciale di blockbuster e multiplex, bisogna ricominciare a dimostrarsi in grado di parlare agli spettatori. Che sia la volta buona?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly