adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Tomboy

lunedì 10 Ottobre, 2011 | di Matteo Nicola Bottino
Tomboy
In sala
0
Facebooktwittermail

Piccole transgender crescono
In concorso al 26° Torino GLBT Film Festival, dove si è aggiudicato sia il Premio Ottavio Mai che il Premio del Pubblico, Tomboy, già vincitore del Teddy Award all’ultimo Festival di Berlino, racconta con grande tatto, semplicità e acuta ironia una storia di ricerca e costruzione dell’identità di genere durante l’infanzia.

In inglese “tomboy” significa maschiaccio e la piccola Laure (Zoé Héran), 10 anni, lo è: ha i capelli corti, indossa sempre pantaloncini e t-shirt o canottiera e a differenza delle sue coetanee preferisce giocare a calcio e fare a botte con i maschi anziché truccarsi di nascosto. Il trasferimento con la famiglia in un nuovo quartiere dove non conosce nessuno diventa presto l’occasione per costruirsi una nuova, fittizia identità maschile. Quando conosce Lisa, una bambina della sua età, viene infatti scambiata per un maschio e così Laure decide di presentarsi a tutti come Mikaël. Trascorrerà l’estate insieme alla piccola e buffa tribù composta dagli altri bambini, figli dei suoi nuovi vicini di casa, ma quando l’inizio della scuola si avvicina la sua vera identità rischia di essere svelata…

Una tematica decisamente delicata e importante quella dell’identità di genere durante l’infanzia, fino ad ora poco mostrata e raccontata al cinema (giusto e doveroso ricordare a questo proposito almeno il bel film del regista belga Alain Berliner, La mia vita in rosa, vincitore del Golden Globe come miglior film straniero nel 1998) forse proprio per la sua intrinseca scomodità, affrontata in questo caso con sorprendente intelligenza e sensibilità. Lo sguardo della giovane regista e sceneggiatrice Céline Sciamma è decisamente lucido, attento, complice, propositivo, mai giudicante. Nonostante la suspense per la scoperta della vera identità di Laure attraversi tutta la pellicola, la tensione drammatica viene stemperata e addolcita da spassosi momenti di ilarità e un finale aperto  decisamente positivo.

Sciamma ha saputo evitare le facili trappole della ruffianeria, facile e un po’ scontata, tipica di molti film sull’infanzia. Le piccole protagoniste di Tomboy colpiscono per bravura, intensità e simpatia, la macchina da presa scruta i loro corpi, in particolare quello di Laure (memorabile la sequenza in cui, dovendo indossare un costume da bagno maschile, si fabbrica un piccolo pene con il pongo), senza però essere mai esibite come piccole scimmiette ammaestrate. In particolare Mallon Lévana, che interpreta la sorella minore di Laura, Jeanne, diventa presto la vera mascotte del film. Tomboy è infatti anche una toccante storia di affetto e complicità familiare. Il padre di Laure non solo non osteggia la sua natura mascolina ma la asseconda affettuosamente, insegnandole a giocare a poker e a guidare l’auto, mentre la sorellina Jeanne la copre e la spalleggia con irresistibile ironia, a patto di poter giocare anche lei con i suoi amici. L’unica ad avere una posizione un po’ più severa e leggermente ambigua è la madre che vorrebbe vedere Laure fare amicizia e giocare insieme ad altre bambine.

Forse nel nostro Paese Tomboy non riuscirà a raggiungere gli stessi risultati ottenuti in Francia, dove è stato visto da oltre oltre 260.000 spettatori, ma ha tutte le carte in regola per diventare un piccolo caso cinematografico. E noi glielo auguriamo di tutto cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly