adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Gli autori salveranno il cinema

giovedì 3 Novembre, 2011 | di Roy Menarini
Gli autori salveranno il cinema
Editoriale
0
Facebooktwittergoogle_plusmail

Nella storia delle discipline artistiche accadono cose strane. Il cinema, più volte dato per morto in termini di istituzione, di forma di spettacolo, di immaginario, prosegue la sua corsa.

È vero che non gode da tempo di periodi di creatività assoluta e internazionale come negli anni Venti, nei secondi anni Quaranta o negli anni Sessanta/Settanta, e tuttavia è vivo. Anzi, non solo è vivo ma sta offrendo spunti di interesse e di entusiasmo francamente inattesi – almeno dal sottoscritto. melancholia-royPensiamoci bene: di solito si tende a caricare il passato di una forte nostalgia. Chi ha vissuto il cinema degli anni Novanta nei propri vent’anni – sempre il sottoscritto – tende a ricordarsene con passione e gioia, e lo stesso vale per spettatori più giovani di fronte al cinema d’inizio secolo (il nuovo secolo, s’intende) o, per altri, rispetto agli anni Ottanta. Ma davvero il cinema subisce da tempo una curva discendente? Davvero sta sempre peggio? A me non sembra affatto. Difficile giudicare “il” cinema nel suo stato di salute generale, e tuttavia mi è difficile pensare che i film che vediamo oggi siano peggiori di quelli degli anni Ottanta – che anzi mi sembra, al di là di tutte le rivalutazioni di questi anni, un decennio di reazione alla novità e di contenimento delle spinte originali. Né mi pare che opere come Tree of Life, Melancholia, Faust, Una separazione, o – per spingerci più indietro – Bastardi senza gloria, Gomorra, Grizzly Man, Elephant, Collateral, Il petroliere, Vincere, Che ora è laggiù, Una storia vera etc. verranno spazzati via da un altro passato, magari appena meno recente ma più gradito a chi si ripiega sui “bei tempi andati”.

C’è di più: la rapidissima divulgazione della cultura cinematografica attraverso il web (film, sì, ma anche critica, informazioni, idee) sta da alcuni anni moltiplicando la creatività; esiste un cinema internazionale giovane e giovanissimo molto vivace, pieno di idee e speranze, reattivo e complesso, da tutte le parti del mondo. La cinefilia 2.0, che sta ancora maturando, sembra capace di smuovere un panorama che sembrava destinato a un declino inesorabile solo fino a qualche anno fa.

Il cinema d’autore, in particolare, appare un luogo molto stimolante, altrimenti non si spiegherebbe come registi tra loro lontanissimi come Malick, Sokurov, von Trier stiano cercando tutti quanti – proprio ora – di reinventare a modo loro il cinema e il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly