adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

J. Edgar

lunedì 9 Gennaio, 2012 | di Chiara Checcaglini
J. Edgar
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Gli infami e gli eroi
Clint Eastwood prova a dare voce all’esigenza di raccontare i retroscena che hanno reso gli Stati Uniti ciò che furono e ciò che sono; lo fa mettendo in scena la vita di John Edgar Hoover, direttore dell’FBI che ne piegò le regole e i limiti fino a renderlo un dipartimento potente, integerrimo e produttivo.

L’ossessione del J. Edgar di Eastwood e DiCaprio è dimostrare all’americano medio lassista la giustezza dei propri metodi e delle proprie posizioni, dichiarando una “guerra alle idee”, impermeabile ai cambiamenti dei diversi presenti che Edgar si trova a vivere in quarant’anni di carriera tra il gangsterismo e Nixon presidente. Sulla dicotomia tra “eroe” e “infame”, tra bene e male senza zone grigie e senza insicurezze, Edgar pretende di agire direttamente, imponendosi con la contrapposizione tra due immaginari. Eastwood lo dichiara esplicitamente collocando il cinema – rito collettivo, rito mondano – all’interno del film: da un lato amplificatore del sentire sociale, dall’altro costruttore di mitologie. E J. Edgar apparentemente riesce a mutare di segno l’immaginario americano, a sostituire l’eroico criminale con l’eroico “g-man”: James Cagney dà il volto ad entrambi, sottolineando la facile interscambiabilità di ruoli e miti che Edgar non vede, o non vuole vedere, perché non è in grado di leggere i segni della realtà. Eastwood è cristallino (fin troppo forse) nel dipingere un uomo che vive autoconvincendosi, terrorizzato dalla debolezza e dalla propria natura (di essere umano fragile, anche se nel film ciò corrisponde  prima di tutto a quella di omosessuale) perché altri – la madre – gli hanno imposto una forma senza altra possibilità; con l’espediente dell’autobiografia ri-narra la propria realtà, la “cinematografizza” (non per niente quando accarezza l’idea di una moglie sceglie un’attrice) inventandosi protagonista dinamico anche di ciò che gli riusciva peggio, ovvero il momento del faccia a faccia e dell’azione. Edgar finge una completezza che Eastwood demolisce impietoso, non solo attraverso le parole dell’inascoltato Clyde, ma anche con una regia spesso crudele, quando indugia sulle isterie in albergo, sul fare dittatoriale, sull’arroccamento senile tra le proprie convinzioni o sul corpo decaduto nel finale. Tra difetti trascurabili – come l’imperfezione delle “maschere” – ed altri meno, come l’occasione mancata di un approfondimento sulla mania dell’intercettazione, J. Edgar è il racconto di un uomo non buono e non giusto, il cui lascito non è la fede nel bene per la nazione, ma l’asservimento all’informazione, al pregiudizio e alla minaccia per controllare e distruggere nemici potenziali. L’inasprirsi della spregiudicatezza politica suggerito alla fine dalla presenza di Nixon non può oscurare il ritratto di un personaggio colpevole, con cui l’empatia è difficile, se non impossibile. Ed è giusto così.

J. Edgar [Id., USA 2011] REGIA Clint Eastwood.
CAST Leonardo DiCaprio, Armie Hammer, Naomi Watts, Lea Thompson.
SCENEGGIATURA Dustin Lance Black. FOTOGRAFIA Tom Stern. MUSICHE Clint Eastwood.
Biografico/Drammatico, durata 137 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly