adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

J. Edgar

lunedì 9 Gennaio, 2012 | di Francesco Grieco
J. Edgar
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Mai abbassare la guardia!
È un film sulla memoria, J.Edgar. Sulla memoria di un uomo e, solo in minima parte, su quella di una nazione. Sulla memoria di un uomo-nazione, John Edgar Hoover, a capo dell’FBI per decenni, detentore di un potere enorme, inquietante.

Ossessionato dalla ricerca paranoica di un nemico interno, Hoover prima dà la caccia ai comunisti, poi ai gangster, infine se la prende con Martin Luther King, non capendo che, in realtà, è dal proprio senso di colpa che deve liberarsi.
La ricostruzione storica, grazie a collaboratori di prim’ordine, dal direttore della fotografia Tom Stern alla costumista Deborah Hopper, è sicuramente efficace, ma la regia di Eastwood, pulita e sapiente come sempre, sembra porsi volutamente, con naturalezza e dedizione, al servizio di uno straordinario, impressionante Di Caprio, che non esita a nascondere corpo e lineamenti dietro un trucco davvero pesante.
Tra le due dimensioni, quella privata e quella pubblica, Eastwood, sia pure senza morbosità, sembra quindi più interessato alla prima, sin dalla scelta del titolo, che esclude il cognome del protagonista e richiama la sequenza-chiave in cui Hoover, in un negozio di abbigliamento, così si firma per distinguersi da altri clienti omonimi. Proprio il desiderio di diventare qualcuno, di distinguersi appunto dalla massa, caratterizza infatti il personaggio di Hoover, sin dagli anni giovanili.
Il progetto autoriale di Eastwood di raccontare una storia alternativa, crepuscolare e anticonformista, degli Stati Uniti, attraverso la rivisitazione e l’aggiornamento dei generi classici – in questo caso il biopic, qui depurato da quel sentimentalismo che lo rende spesso indigesto – passa inevitabilmente in secondo piano rispetto alla vita del protagonista, raccontata dal punto di vista dello stesso Hoover. Perciò, ad eccezione della vicenda Lindbergh e del breve, ma significativo, faccia a faccia tra Bob Kennedy e Hoover – l’America buona e l’America cattiva a confronto? – il film, alternando il passato al presente con semplici stacchi di montaggio e un utilizzo non invadente della voce fuori campo, viaggia nei ricordi personali di Hoover, concedendosi, nella parte finale, perfino un accenno di love story.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly