adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Shame

lunedì 16 Gennaio, 2012 | di Alice Cucchetti
Shame
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Sex & the City
Tutti dipendiamo. Da qualcosa, da qualcuno. E se più spesso la narrativa si adagia nel maledettismo rock di alcol e droga, non significa che chi è “normale” possa dirsi in salvo da multiformi assuefazioni.

Brandon – trent’anni, un aspetto avvenente, uno stipendio più che soddisfacente – dipende dal sesso. Vive a New York – una metropoli notturna dalle linee d’essenziale design – e per restare in piedi si incastra in una ferrea routine. Una prostituta, un sito porno, una chat via webcam, una corsa in bagno. Attorno a lui, nessuno sospetta nulla: d’altronde, l’unico sintomo evidente è la solitudine, male più che comune. Sissy dipende da Brandon, anche se fa finta di no. Per rimanere in piedi si aggancia agli altri, a chi capita, all’illusione di reiterate ripartenze, alla maniacalità di liberatori istinti suicidi. Brandon e Sissy, fratello e sorella, figure speculari e complementari, si illuminano a vicenda senza vedersi davvero nel secondo film del videoartista britannico Steve McQueen. Il quale li incastona, impossibile convergenza di rette parallele, dentro un’estetica geometrica fatta di linee definite e taglienti, dentro inquadrature statiche e piani sequenza, lasciando che siano loro a fare il lavoro di montaggio. Non sono bravi, bisogna dirlo: la fragilità di Sissy si attorciglia in lagna, la glacialità di Brandon non concede empatia. Verso un finale da fiato sospeso, angoscia, dolore, rabbia, tutto impastato insieme in un orgasmo lancinante e straziante. Di cosa parla, davvero, Shame? Chi è che si vergogna, chi dovrebbe vergognarsi? Tutti dipendiamo. E chi è assuefatto alla lettura sociologica leggerà nei personaggi splendidamente dipinti da Michael Fassbender e Carey Mulligan gli effetti deleteri dell’alienazione dell’uomo moderno. Chi necessita il melodramma troverà di che sfamarsi nell’incedere asfissiante dell’incalzante finale. Chi non può fare a meno di scandalizzarsi, fingerà indignazione o rassicuranti pudori davanti ai numerosi (e del tutto a-sensuali) asettici nudi integrali e a scene di sesso (più o meno) estremo, (più o meno) banale, (più o meno) deprimente. Poco importa, perché trovare definizioni o delineare messaggi (più o meno) accusatori non sembra il senso più profondo di quest’opera bellissima e struggente. Che forse è solo un delicato (sì, delicato) ritratto di solitudini, di speranze tranciate, di incomunicabilità patetiche, di desideri (in)soddisfatti e insoddisfabili. “I want to wake up in a city that never sleeps” sussurra disperata Sissy, domandando una via d’uscita a Brandon, e alla stessa New York (in) cui canta. “It’s up to you”, conclude. Ma quella dagli altri è (talvolta) la dipendenza più ardua cui sottomettersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly