adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Paradiso amaro

lunedì 20 Febbraio, 2012 | di Carmen Spanò
Paradiso amaro
Speciale
1
Facebooktwittermail
Voto autore:

Il mestiere degli uomini
“Scendere è l’unico modo per risalire”. Parola di Dom Cobb, che le continue incursioni nei sogni altrui le ha pagate con la discesa al Regno degli Incubi (i suoi). Ne sa qualcosa anche Matt King, stranito protagonista di The Descendants (in Italiano, per passaggio metonimico, Paradiso amaro), commedia agrodolce sul senso di responsabilità e sull’(in)abilità di diventare adulti.

Discendente – un titolo, una predestinazione – da una nobile principessa hawaiana, Matt, avvocato e co-proprietario, con una moltitudine di cugini, di un’enorme proprietà terriera nel paradisiaco arcipelago, si ritrova improvvisamente con una moglie in coma e due figlie semisconosciute delle quali occuparsi. Da genitore “di riserva” a papà a tempo pieno è già una prova estenuante, ma la vita si accanisce e al dolore per la tragedia si aggiunge la rabbia, goffa e spiazzante, della scoperta: la moglie lo tradiva da diverso tempo. Come elaborare? Il regista Alexander Payne ci indica la sua via: distanziamento dalle pressioni sociali – vedi alla voce: petulante famiglia arricchita – e successivo viaggio alla (ri)scoperta di sé (Sideways docet). Matt, (volto attonito e fisico appesantito di un credibile George Clooney), in caduta libera sotto la zavorra dei sensi di colpa, decide che questo viaggio “s’ha da fare”, ma più per necessità mascolina di un confronto/scontro con il rivale in amore che per urgenza di analisi introspettiva. O almeno così crede lui. Poco importa. Il viaggio è uno strano stato dell’essere che opera secondo i dettami dell’imponderabilità: rivelerà la deludente e banale inettitudine di Brian l’amante, il tipo per il quale “tutto succede e basta”; e di Matt, padre finalmente riconosciuto nel proprio ruolo genitoriale, farà scoprire la capacità del gesto efficace e dell’abbandono sereno alla levità del ricordo, veicolato da parole che si fanno racconto di vita. La stessa levità di toni identifica la sintassi cinematografica payneiana in grado di farci intuire, più che vivere, il dramma grottesco del suo apprendista eroe, costantemente in bilico sull’orlo di un baratro esistenziale. Si salverà con il coraggio delle proprie scelte perché “niente succede e basta”: prendere decisioni è il vero mestiere degli uomini, è la fatica del vivere quotidiano, che il sole caldo delle Hawaii non intiepidisce neanche un po’, ma che il cinema evocativo di Payne illumina in una rinnovata dimensione di responsabilità etica, personale e familiare insieme.

Paradiso amaro [The Descendants, USA 2011] REGIA Alexander Payne.
CAST George Clooney, Shailene Woodley, Robert Forster, Judy Greer, Nick Krause.
SCENEGGIATURA Alexander Payne, Nat Faxon, Jim Rash (tratta dal romanzo Eredi di un mondo sbagliato di Kaui Hart Hemmings). FOTOGRAFIA Phedon Papamichael. MONTAGGIO Kevin Tent.
Commedia/Drammatico, durata 115 minuti.

One Comment

  1. Pingback: Top Ten 2012: le singole classifiche - Mediacritica – Un progetto di critica cinematografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly