adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Walter Chiari. Fino all’ultima risata

giovedì 1 Marzo, 2012 | di Valentina Di Giacomo
Walter Chiari. Fino all’ultima risata
TV
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

La vita è un palcoscenico
Chiudiamo gli occhi e pensiamo a Walter Chiari. Uno spazio televisivo stilizzato e signorile. Un uomo, solo sulla scena, che monologando affabula e diverte.

Elegantissimo e affascinante, carismatico, instancabile narratore ad oltranza: la versatilità artistica di Walter Chiari è irriducibile. Attore, presentatore, entertainer all’americana, ma soprattutto primo vero comico televisivo italiano moderno. Una carriera che comincia per caso nel 1944, al teatro Olmpia di Milano grazie ad una innata capacità di improvvisare, ed una insolita disinvoltura. Da quel momento in poi, una rapida e continua ascesa su più fronti: rivista, musical, teatro, cinema, televisione. Nato a Verona nel 1924 da genitori pugliesi, operaio e boxeur, la capacità di stare sulla scena, Walter Annicchiarico, ce l’ha nel DNA. Di una simpatia irresistibile, nei suoi lunghissimi soliloqui, senza mai perdere il filo, Chiari dispiega un’imponente ricchezza lessicale, davvero sorprendente per un autodidatta. Il suo linguaggio, dialettale e raffinato insieme, cambierà per sempre il modo di far ridere, la sua personalità scriverà la storia televisiva del nostro Paese. A ben guardare, una fondamentale sovrapposizione cortocircuita fin dall’inizio arte e vita nel percorso di Chiari; dimensioni che egli non potrà mai più districare una dall’altra: palcoscenico e vita privata, pubblico e affetti. Prodotta da Luca Barbareschi, diretta e sceneggiata da Enzo Monteleone, la fiction televisiva Walter Chiari. Fino all’ultima risata ha riscosso un discreto successo di pubblico totalizzando quasi 6 milioni e mezzo di telespettatori e il 22,66 % di share nella seconda puntata. Risultati che tuttavia non sono sufficienti a valutare la fiction nel suo complesso come un prodotto di qualità. Neppure la validissima prova di Alessio Boni, bravo ed appassionato al personaggio di Chiari. Una eccessiva discontinuità allontana infatti la prima e la seconda puntata – quest’ultima molto più approssimativa e distante dal vero, si pensi ad esempio al rapporto con il figlio, ispirato più che alla realtà, a Il giovedì di Risi – rendendo così evidente la superficialità con cui sono state a volte romanzati, altre tralasciati, alcuni fondamentali passaggi del periodo d’oro dell’artista – gli sketch più famosi o le conduzioni, solo per citarne alcune, di Canzonissima, Alta Pressione, Studio Uno. Molto più focalizzata sul momento in cui tutto si incrina – carriera e vita privata – dopo l’arresto del 22 maggio 1970 per consumo e spaccio di cocaina, la fiction di RaiUno mette in luce l’eccesso di zelo con cui le istituzioni si accaniscono su Chiari, in anni in cui crimini ben più gravi restavano ancora impuniti. Il carcere e l’emarginazione professionale subita, la solitudine, tutti aspetti che segnano profondamente gli ultimi anni della sua vita. In seguito ad un precedente scompenso cardiaco, nella notte tra il 20 e il 21 dicembre 1991, Chiari viene colto da un infarto nell’appartamento del residence in cui viveva. Pochi istanti prima che cali il sipario, la temperatura emotiva sale davvero nell’intensa commozione scritta sul volto di Alessio Boni. Ancora una volta solo, in quello spazio televisivo sobrio e minimale. Lui, l’improvvisatore istituzionale della televisione italiana, perfetta sintesi di eleganza e sfrontatezza, ironia e malinconia, dall’alto della sua irragiungibile grandezza artistica, Walter Chiari saluta, alla sua maniera, un pubblico e un paese troppo facili prede di un inaccettabile ed inspiegabile oblio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly