adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Cesare deve morire

lunedì 5 Marzo, 2012 | di Teresa Nannucci
Cesare deve morire
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Bruto al giorno d’oggi
Il Giulio Cesare di Shakespeare rivisitato in chiave dialettale nel carcere di Rebibbia: è possible? Sì, se a metterlo in scena sono i detenuti di massima sicurezza del carcere romano, che, con le grandi passioni e i grandi tormenti umani sono costretti a convivere tutti i giorni. Così, gli uomini d’onore a noi contemporanei si identificano nell’appellativo tanto ripetuto da Marco Antonio per definire Bruto e i suoi compagni.

Sembra che il lavoro sull’attore di memoria stanislavskiana sia facilmente applicabile da parte dei carcerati attraverso poche indicazioni, la cui summa si può tradurre nel retorico “siate voi stessi” e a cui i singoli soggetti non potrebbero rispondere in maniera migliore, già a partire dai provini. I neoattori portano i loro rimorsi e la loro esperienza sulla scena e con essi fanno i conti, e quale linguaggio migliore, se non il proprio dialetto, che quanto a spontaneità non ha rivali? La tragedia che per “italianità” supera tutte le altre opere shakespeariane, fa sì che i confini tra personaggi e attori (rigorosamente non professionisti) si facciano sempre più labili e confusi. Il risultato sono personaggi liminali, divisi tra la tragedia messa in scena e quella della vita reale.
Passione, vendetta e ambizione dell’antica Roma si traspongono nel carcere di Rebibbia, trovando nei detenuti stessi gli interpreti più adatti. Così i fratelli Taviani, commossi da una rappresentazione da parte dei detenuti del Paolo e Francesca dantesco, hanno deciso di rendere omaggio all’attività teatrale che fervente si svolge nelle celle della prigione; commuovono il pubblico e lo avvicinano, più che alla realtà carceraria, a questi personaggi/interpreti, ponendo gli spettatori costantemente al loro fianco e facendoli entrare in empatia proprio con essi nel corso del film (perché di questo si tratta: di un’opera di finzione e non di un documentario, come gli autori stessi tengono a precisare). I Taviani, non si dimenticano comunque di informarci che coloro a cui siamo emotivamente vicini sono tra i principali nemici della società, i vari Bruto dei nostri tempi, in cui il Bene e il Male continuano a scontrarsi e creare conflitti, nonostante il loro orribile trascorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly