adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Pirati! Briganti da strapazzo

lunedì 2 Aprile, 2012 | di Lucia Occhipinti
Pirati! Briganti da strapazzo
Festival
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Future Film Festival – Bologna 27 marzo 1 aprile 2012
ANTEPRIMA
Il ritorno del Pirata Lord
Il mare raccoglie intorno a sé miti e leggende. Se poi guardiamo alla voce “Pirati”, l’elenco di storie è sterminato come l’oceano in cui navigano i vascelli dei bucanieri.

È dentro questa tradizione che s’inscrive l’ultimo lavoro di Peter Lord, ospite del Future Filmfestival dove, in anteprima nazionale, ha presentato Pirati! Briganti da strapazzo.
Il rimando è immediato: si pensa subito ai Pirati dei Caraibi. Ma tra Verbinski e Lord corre un abisso a partire dalla produzione. Come Galline in fuga e Wallace & Gromit anche stavolta il cofondatore della Aardman usa la vecchia tecnica del claymotion mescolandola all’uso del 3D. Una scelta non solo azzeccata per la profondità che il tridimensionale conferisce al pupazzo di plastilina, ma che è anche capace di coniugare il vecchio e il nuovo senza far sì che quest’ultimo segni la condanna della tradizionale tecnica in stop motion. E a segnare la definitiva distanza dalla saga di produzione disneyana concorre anche la fonte: un libro scritto dall’autore britannico Gideon Defoe, per l’occasione anche sceneggiatore del film, costato ben cinque anni di lavoro, alla fine del quale Lord ha animato il suo pirata regalandogli un cuore d’oro e una barba tanto lunga quanto curata. Dell’estetica piratesca Capitano Pirata ha tutto, tranne il bottino e la cattiveria sufficiente che lo porterebbero a vincere il premio “Pirata dell’anno”. Esposto al ludibrio dei colleghi che ostentano trofei scenografici, il Capitano trova la chiave per il successo nella nave di Charles Darwin che lo conduce nella Londra della Regina Vittoria, una sorta di Regina di Cuori nella sua caricaturiale avversione per i pirati. La voce di Hugh Grant (in italiano doppiata da Christian De Sica) incarna bene l’infantile ingenuità del protagonista, riuscendo quindi ad accattivarsi le simpatie dei più piccoli ma, nello stesso tempo, il film gioca ironicamente sia sui cliché vittoriani, sia su quelli dei nostri tempi: esemplari lo somiglianza tra Darwin e la scimmia o la parodia della premiazione al Pirata dell’anno, in perfetto stile serata da Oscar. Tuttavia, la vera novità del film – più che animare un pirata inetto originariamente vincitore del migliore aneddoto su un calamaro e costretto a muoversi in un immaginario un po’ circoscritto e abusato – risiede nell’accuratezza del dettaglio. Un mare e un cielo studiati nelle loro molteplici sfumature, cartine geografiche d’epoca, sabbie tropicali e una Londra accurata persino nelle guglie dei cancelli reali. Infine, un vascello di cinque metri per cinque. Dietro questo lavoro, che ritrova nel manufatto la vera opera d’arte, c’è Norman Garwood, già collaboratore di Terry Gilliam in Brazil e di Spielberg in Hook – Capitan Uncino. Niente, nel film di Lord, è lasciato al caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly