adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Rappresentare la crisi

giovedì 24 Maggio, 2012 | di Roy Menarini
Rappresentare la crisi
Editoriale
0
Facebooktwittergoogle_plusmail

Nello speciale della rivista Cinergie (www.cinergie.it), che è apparentata a Mediacritica essendone in fondo la costola accademica, si affronta il tema della crisi economica. Si sostiene che gran parte del cinema contemporaneo, direttamente o indirettamente, tocca l’argomento. Anche quando sembra esserne piuttosto lontano.

Il problema della crisi economica, anzi finanziaria, è che si basa per lo più su derivati e titoli tossici, che già di per sé non rappresentano moneta corrente o materia solida. Non basta, dunque, come faceva Bresson, inquadrare l’argent per toccare con mano (con occhio) il problema. equilibrioEcco perché qualcuno, per esempio, Soderbergh l’ha trasformata metaforicamente in un virus, che almeno ha degli effetti corporei molto evidenti e dunque offre concretezza a ciò che non si vede. Anzi, in Contagion, si cerca di vedere a un certo punto, grazie a una videocamera di sorveglianza, persino il momento nel quale un soffio, un tocco, un sospiro spargono il virus. Ma il virus – la crisi – è comunque irrappresentabile e costituisce il buco nero del cinema. Tutto questo sfugge parzialmente ai film esplicitamente dedicati alla crisi. Non deve essere un caso infatti che essi – da Too Big to Fail a Margin Call, nostro film della settimana – si basino per lo più sulla parola. Su come definire l’enormità del problema. Su evocazioni verbali del disastro. Sulla dimensione fatica della tragedia.

È la stessa indefinitezza in cui si trovano tutti coloro che non masticano al meglio di economia e finanza, dunque la maggior parte delle persone. Possiamo anche esserci abituati ad analizzare spread, bond e btp, ma alla fine molti di noi capiscono ben poco di quel che accade, anche se hanno perfettamente presente che finiscono sempre col rimetterci. Il cinema, che in fondo convive con la parola crisi (la propria) da sempre, in termini ciclici, da una parte è colpito dalla crisi generale, con la flessione degli incassi e la chiusura delle sale, e dall’altra cerca di parlarne, o di discorsivizzarla (usando un faticoso termine teorico). Il teatro della parola, tuttavia, sembra insufficiente a vedere il baratro, che rimane sullo sfondo, come se fosse l’invenzione narrativa di qualche favolista di cattivo umore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly