adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Madagascar 3: Ricercati in Europa

lunedì 27 Agosto, 2012 | di Valentina Cauteruccio
Madagascar 3: Ricercati in Europa
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Ritorno allo zoo
Solitamente il terzo capitolo segna la triste fine di una saga. Di solito quella che magari ricordavamo come una bella idea viene trasformata unicamente in una macchina per soldi. Certo, anche Madagascar 3 non disdegna di avere una sala piena e cercare di raggiungere la vetta del botteghino in questo triste agosto, però ci insegna come sia possibile farlo anche con un buon prodotto.

Al solito quartetto (leone e zebra, giraffa e ippopotamo), alla ricerca della prigionia pur di scappare dalla libertà, si aggiungono nuovi personaggi presi dal circo – la tigre russa, il leopardo dall’accento spagnolo e la foca (scusate, leone marino!) dall’intelligenza appena sotto la media. Le gag non mancano, e il re dei lemuri Julien nella sua nuova storia d’amore con un’orsa in tutù e con la sua passione sfrenata per la musica, rende tutto estremamente folle e piacevole. Anche se i veri protagonisti assoluti della pellicola animata dell’estate sono ancora una volta i geniali pinguini, capaci di costruire e pilotare un aereo, di vincere al casinò sfruttando le povere scimmie, che a un certo punto rivendicano i loro diritti sindacali, appena sbarcate nella Francia socialmente equa. Madagascar 3: Ricercati in Europa, più dei precedenti capitoli, costringe lo spettatore adulto ad abbandonare la logica razionale: per apprezzare la storia e le battute sagaci bisogna dimenticare la razionalità del reale. Solo così è possibile accettare la magia delle luci del circo, dei pinguini che pilotano aerei, del gruppo mal assortito di animali che gestiscono uno spettacolo circense. Tralasciando la logica ci si trasforma in grandi bambini e si riesce ad apprezzare lo spettacolo animato. Naturalmente alla fine delle loro avventure i nostri quattro “eroi” si accorgeranno che lo zoo tanto desiderato non era proprio come lo ricordavano, e che invece la tanto odiata libertà aveva un sapore migliore; ma il lieto fine ovviamente non mancherà, pur lasciando nella memoria dello spettatore una poco realistica rappresentazione del circo, visto come posto magnifico in cui gli animali si divertono e fanno parte di una grande famiglia. Probabilmente l’idea circense risulta un escamotage nel tentativo di dare vita a nuovi personaggi e nuove storie in grado di produrre momenti esilaranti, eppure lascia anche un po’ di amaro in bocca pensando alla sua scarsa verosimiglianza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly