adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Reality

lunedì 1 Ottobre, 2012 | di Massimo Padoin
Reality
Speciale
1
Facebooktwittermail
Voto autore:

Ritrarre un Paese
Una tensione continua attraversa l’ultima pellicola di Matteo Garrone, nata dal rapporto tra la sceneggiatura e la messa in scena e portata dalla volontà e dal dovere raccontare una storia che diventi specchio del nostro Paese, qualcosa che ci rappresenti.

Ma “mostrare” è qualcos’altro: Garrone è come se non se la sentisse di racchiudere nel racconto un significato, e non si tratta di insicurezza quanto al contrario di uno sguardo che non sia vincolato da una narrazione. Tutto ciò potrebbe far rientrare il regista romano in quella cerchia di autori che si allontanano dal racconto per diventare veri maestri dell’immagine non subordinandola ad una successione di eventi, così da entrare nell’alveo degli Autori; ma la sua è un’assoluta naturalezza che ovviamente porta con sé dei difetti, soprattutto nell’assenza di un moto narrativo capace d’abbracciare tutta la pellicola. E’ lo stile ciò che colpisce di più in Reality, basato sul piano sequenza, con la camera sempre addosso ai protagonisti e nel quale ad essere costantemente negata è la profondità di campo. Tutt’uno con lo spazio, queste divengono figure principi di un luogo in disfacimento, forse quest’ultimo non progressivo ma costante nelle sue varie forme (dal barocco kitsch alle strutture falso avveniristiche televisive). Garrone segna la sua pellicola con una forte pittoricità e dal prolungamento temporale delle singole sequenze, aspetti che divengono gli indici principali di un mostrare lontano dal fare racconto, e se la lunghezza dei piani sequenza iberna la vicenda facendo perdere lo spettatore in luoghi privi di una tracciabilità spaziale, la gran capacità fotografica di Marco Onorato mostra come la sua abilità nel cogliere il Paese sia una necessità prettamente visiva. Emblematica da questo punto di vista è la scena del parco acquatico, in cui è impossibile ridurre a parole la disarmonia che viene a crearsi e le luci tenui contrastano i colori sgargianti in un cielo devitalizzato e nuvoloso che perfettamente rende quella sensazione di tristezza di “colorata decadenza” italiana. La progressiva spogliazione scenografica così come il donare ai poveri ciò che arreda la propria casa, mostra lo scheletro delle nostre abitazioni. Ciò che rimane non è la desolazione di casolari vecchi e stantii, ma superfici lisce e spersonalizzanti tutte simili e forse provenienti dallo stesso luogo, che mostrano una base esistenziale comune e dal quale per differenziarsi l’unico modo è quello di aggiungere continuamente qualsiasi cosa da origini sempre diverse per riuscire a mostrare “un” se stesso. Appunto, apparire come essenza dell’essere.

Reality [id., Italia/Francia 2012] di Matteo Garrone.
Con Aniello Arena, Nando Paone, Loredana Simioli, Nunzia Schiano.
Sceneggiatura di Maurizio Braucci, Ugo Chiti e Matteo Garrone, fotografia di Marco Onorato, musiche di Alexandre Desplat.
Commedia Drammatica, durata 115 minuti.

One Comment

  1. Pingback: Top Ten 2012: le singole classifiche - Mediacritica – Un progetto di critica cinematografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly