adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Il matrimonio che vorrei

sabato 20 Ottobre, 2012 | di Eleonora Degrassi
Il matrimonio che vorrei
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Silenzio, uova e bacon
Ci hanno insegnato che due entità per diventare “Noi” hanno bisogno di tempo per capirsi e conoscersi, poi ne hanno bisogno per intendersi, e addirittura, talvolta, per decidere se e quando mettere la parola fine a questo “Noi”. Il matrimonio che vorrei di David Frankel (conosciuto per Il diavolo veste Prada) inizia con una grande ed eterna domanda: quando un matrimonio può dirsi finito? Forse mai, o forse sin dall’inizio.

Kay e Arnold sono sposati da 31 anni: i loro corpi sono cambiati, la loro camminata è diventata stentata e zoppicante quanto la loro storia, il loro amore, la loro sessualità. Kay decide di correre ai ripari: l’unica soluzione è la terapia di coppia con il dottor Feld. Oramai la quotidianità dei due è fatta di silenzio, uova e bacon, nessuna carezza, nessun bacio, solo rassegnazione, amore trascinato, stanze separate ricolme di parole non dette, spiegazioni non date e orgoglio ferito. I primi minuti del film sono fastidiosi, urticanti; non si racconta nulla, neppure il vuoto: quello provato da lei, che non si sente più desiderata e quello provato da lui, ormai privo di desiderio, fortemente legato al corpo di lei – meraviglioso e giovane nei ricordi di lui – e al suo stesso corpo, virile e “desiderante” un passato cui è incatenato, tanto da non riuscire a liberarsene. Un racconto del desiderio dunque, da ricercare, ricostruire, riprovare; ma c’è qualcosa che non va, qualcosa nell’ingranaggio si rompe, sembra che la storia non abbia mai quello scatto per il quale un film, anche banale e “già visto”, diventi Il Film, quello che ti fa dire “è già finito?”. Il matrimonio che vorrei è un film lento, faticoso, non instilla nello spettatore il sentimento di scoperta dei personaggi, del loro silenzio. Sembra esserci un solo enorme e “generazionale” problema: il sesso, raccontato come qualcosa di difficile, complicato, “naso rotto da rimettere a posto”. In questa analisi di coppia, nelle confessioni degli “sposini” sull’orlo di una crisi di nervi, tutto sembra già raccontato, le gag, a sfondo sessuale, sono trite e ritrite, il già visto giace tra le lenzuola dei nostri personaggi. La differenza è che il film di Frankel, forte dei suoi due interpreti, ha la supponenza di essere opera di contenuto, ricca di qualcosa di più della commedia americana classica, ma non lo è, e in fondo si spera solo che questo Matrimonio finisca presto.

Il matrimonio che vorrei [Hope Springs, USA 2012] REGIA David Frankel.
CAST Meryl Streep, Tommy Lee Jones, Steve Carell, Jean Smart.
SCENEGGIATURA Vanessa Taylor. FOTOGRAFIA Florian Ballhaus. MUSICHE Theodore Shapiro.
Commedia/Drammatico, durata 100 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly