adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

All’epoca del Food-show

mercoledì 7 novembre, 2012 | di Sara Martin
All’epoca del Food-show
Editoriale
0
Facebooktwittergoogle_plusmail

Televisione e cucina sono sempre andate d’accordo. Gli anni ’50 erano quelli dei consigli per le casalinghe e le massaie, gli anni ’80 erano l’eccesso e la sperimentazione anche dietro i fornelli, a partire dal nuovo millennio invece il bisogno di messa in scena della realtà ha dato origine a un numero incalcolabile di format ibridi che contaminano i diversi linguaggi del piccolo schermo.

In Italia la cucina in tv nasce con il volto di Wilma De Angelis conduttrice di Telemenù (su Tmc a partire dal 1979 e per diciotto anni consecutivi). La formula del programma è questa: un personaggio noto s’impegna ad apprendere i segreti della cucina assieme al telespettatore (fra tanti ospiti che si alternano in studio e decine di sponsor), dopo un certo numero di puntate diventa un cuoco dignitoso – pubblica libri di ricette e vende gadget di ogni tipo – e il format si trasforma in media franchise. La formula funziona, e allora non si cambia; a partire dal 2000 infatti, Antonella Clerici, puntando tutto sulla sua immagine cartooneggiante, conduce La prova del cuoco (c’è anche una piccola gara all’interno del format, ma la competizione è al minimo sindacale); e Benedetta Parodi, stretta in tailleurini da impiegata, conduce la rubrica Cotto e Mangiato (che poi diventa un programma vero e proprio, I menù di Benedetta). Poi arrivano finalmente la pay-tv e il digitale terrestre. Oggi, a qualsiasi ora del giorno e della notte, lo spettatore facendo zapping trova uno chef che prepara una pietanza (Alice e Gambero Rosso sono canali tematici), i consigli per preparare una cena perfetta (Cortesie per gli ospiti), cuochi improvvisati nella cucina di un ristorante (Fuori menù, Chef per un giorno). Siamo nell’epoca del food-show. Ma, se il moltiplicarsi dei canali ha dato origine a format assolutamente innovativi anche nel settore culinario in ambito angolosassone come i docu-food Orrori da Gustare e Man vs Food e i reality-food Hell’s Kitchen e Cucine da incubo condotti dall’istrionico Gordon Ramsey, sulla ricerca d’innovazione del linguaggio televisivo nostrano abbiamo ben poco da segnalare. La ricetta culinaria è una narrazione per sua stessa natura, ma a questa continua da trent’anni a essere affiancato un conduttore, un ospite e poco più. Sarà per retaggio culturale o pigrizia (di chi la tv la guarda e di chi la fa) ma i tentativi d’importazione dei “Food reality television” sono miseramente falliti, con l’unica eccezione di Masterchef, “il talent show culinario più famoso al mondo” (a dicembre va in onda la seconda stagione su Cielo). Tre prove culinarie, tre giudici diversamente e veramente spietati, un concorrente eliminato a ogni puntata, una struttura narrativa semplice e rigorosa che ha la sua arma vincente in un montaggio serrato, asciutto e privo di patetismi. Masterchef è un modello (vedi Chi vuol essere milionario nel decennio precedente), è una “formula matematica” vincente in tutto il mondo, anche in Italia per una volta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly