adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Real Time, tra sperimentalismo e surrealismo

mercoledì 21 Novembre, 2012 | di Paola Gianderico
Real Time, tra sperimentalismo e surrealismo
TV
0
Facebooktwittermail

Living In the Material World
Da un po’ di anni a questa parte ha preso piede un nuovo canale che per contenuti e concept di lifestyle sembra riproporre in formula estesa gli argomenti di conversazione del salottino glitterato di PierSilvia Toffanin.

Si tratta di Real Time, rete giovane e sperimentale, nata con la lodevole mission di accostarsi alla realtà comune, ma tradottasi nell’ennesimo contenitore rosa di stampo mediasettaro e per casalinghe irrequiete, che dall’alto di una torre d’avorio esalta il glamour elitario della movida montenapoleonica, vendendo la falsa illusione che le possibilità di accedervi siano alla portata di chiunque. Un contenitore popolato da un plotone agguerrito di fashion coach, look makers, chef della guida Michelin, che più che real appaiono “surreal”. Perchè in tempi di crisi l’invidia che sorreggeva la filosofia berlusconiana del miracolo italiano ha perso consensi e si è tramutata in rabbia disincantata. E se da un lato l’intrattenimento leggero è sempre piacevole da fruire, dall’altro l’identificazione per lo spettatore medio, convertitosi definitivamente dopo un’era d’indebitamenti alla filosofia low budget, risulta ormai inapplicabile. Prendiamo ad esempio Ma come ti vesti?!, in cui i beniamini Enzo Miccio e Carla Gozzi oltre a diffondere la parola degli Dei della moda e del bon ton estetico attraverso cifre da capogiro, istruiscono lo sciatto popolino con le regole di un guardaroba che non solo non ammette sgarri, ma non tiene minimamente conto delle particolarità del singolo individuo e delle diversità personali in fatto di gusti: “Se sei bassa il tacco 12 è d’obbligo per andare persino al mercato; se sei piatta compra solo abiti in jersey che esaltino le forme; sei sei grassa usa le righe verticali; e la sciarpa che la nonna ti ha ricamato con tanto amore, buttala nella spazzatura”. L’idea di “speciale unicità” che in modo compiaciuto si vorrebbe regalare in una “Shopping night” trascorsa a La Rinascente, altro non è che l’asservimento ai valori appiattiti e omologati di una specifica categoria sociale. Perpetrati e messi severamente sotto giudizio anche dallo spietato trio di Cortesie per gli ospiti, programma all’interno del quale i dictat imposti riguardano i sottobicchieri da utilizzare a tavola o l’ardua selezione dei segnaposti in vista di una cena tra amici. Ma non si è liberi di scatenare la propria fantasia creatrice nemmeno il giorno del matrimonio, perchè per essere veramente fighi e al “top” (il linguaggio ricorrente è lo stesso espresso dalla Minetti e dalle sue amiche chips nelle intercettazioni) bisogna affidarsi ai Wedding Planners, esperti che si occupano dell’organizzazione di cerimonie da sogno sul modello imperiale e si premurano di curare ogni aspetto fino al dettaglio più insignificante, affinchè gli sposi non vivano un evento “qualunque”. Lo schiaffo morale di massima intensità però lo sferra la procacciatrice immobiliare Paola Marella, che con l’uso dell’avverbio “disperatamente” nei titoli di Cerco e Vendo casa ha la sfrontataggine di rivolgersi a facoltosi clienti mettendo loro a disposizione come oggetti della ricerca chalet a Saint Moritz, baite a Cortina, ville ad Ibiza. Un’altra dimostrazione dell’enorme distanza che separa la trentunesima frequenza del digitale terrestre dall’habitat e humus di massa, rimasti purtroppo analogici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly