adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Philadelphia (1993)

sabato 1 Dicembre, 2012 | di Eleonora Degrassi
Philadelphia (1993)
Film History
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

1 DICEMBRE, GIORNATA MONDIALE CONTRO L’AIDS
“Adesso spiegami tutto come se avessi sei anni”
Una ferita sulla fronte, lesione maligna da coprire e mascherare. Fitte che lacerano dal di dentro, conati che distruggono e svuotano. Un male, il male, sta per esplodere, manifestazione “orgogliosa” e “bastarda” di una verità che si vuole celare. Una scrivania da liberare prima di subito: eliminare il malato oltraggioso e infetto.

Jonathan Demme, già conosciuto per Il silenzio degli innocenti (1991), realizza nel 1993 Philadelphia, un film doloroso, dolente e lirico, che racconta di Andrew “Andy” Beckett, brillante avvocato, licenziato dallo studio legale per cui lavora. Lui sa il vero motivo del licenziamento: la sua malattia, l’Aids. Philadelphia1Una buona sceneggiatura e una storia cruda sono raccontate dal perfetto Tom Hanks/Andrew – che dà corpo al mancamento e alla gioia, al dolore fisico e a quello per la discriminazione, all’indebolimento e all’amore per Miguel/Antonio Banderas – e dall’altrettanto bravo Denzel Washington/Joseph “Joe” Miller, avvocato che nonostante pregiudizi, paure e prime ritrosie segue il caso, buttandosi a capofitto nella causa. Il battito del cuore, i pensieri, la lingua di Andrew “respirano” e vivono di musica. “Sono l’amore”, canta la Callas, mentre, in uno dei momenti più struggenti della pellicola, Andy, appoggiandosi alla flebo, declama i versi dell’opera Andrea Chenier “Porto sventura a chi bene mi vuole/vivi ancora/tutto intorno è solamente sangue e fango/io sono divino/io sono l’oblio”. Ed è ancora la musica che fa da contrappunto alla vicenda, con le parole di Streets of Philadelphia di Bruce Springsteen, Premio Oscar per la Miglior Canzone. Consumarsi, è questo che fa Andrew, e lo fa davanti ai nostri occhi, in tribunale, mentre si consuma anche il suo corpo: i chili si perdono, le occhiaie si fanno più scure, i capelli più radi, le lesioni più profonde. Di giorno le parole, come coltelli, affondano la loro “razzista” lama nella carne, già fragile e sottile; di notte, la battaglia continua, mentre siringhe tentano di entrare nelle vene stanche di farmaci e di vita e chi ti vuol bene tenta di tenerti stretto, legato a sé, per non lasciarti andare via. Philadelphia rappresenta il culmine della sensibilizzazione ma anche della mobilitazione della Hollywood liberal-progressista, e incarna perfettamente il modo hollywoodiano di affrontare i temi sociali. Il film arriva dritto, senza falsi patetismi, manipola e plasma la materia reale, violenta come un pugno nello stomaco, uno schiaffo in piena faccia. Philadelphia è una poesia che utilizza parole dolci e dure per raccontare una piaga sociale, un canto lirico pieno e vigoroso di un uomo che si spegne combattendo, mentre ci resta nelle orecchie quell’eterno saluto, sulle note di Philadelphia di Neil Young.

Philadelphia [Id., USA 1993] REGIA Jonathan Demme.
CAST Tom Hanks, Denzel Washington, Jason Robards, Antonio Banderas.
SCENEGGIATURA Ron Nyswaner. FOTOGRAFIA Tak Fujimoto. MUSICHE Howard Shore, Bruce Springsteen.
Drammatico, durata 121 minuti.

Philadelphia (1993)
4 4 80%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly