adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

La morte dei reality

sabato 5 Gennaio, 2013 | di Paola Gianderico
La morte dei reality
TV
0
Facebooktwittermail

Sepoltura ancora incerta
Ci risiamo. La doccia gelata scaraventata sulle nostre teste con l’annuncio della sesta candidatura del più grande statista di tutti i tempi (dopo De Gasperi), rimette inevitabilmente in discussione anche le regole generali di organizzazione televisiva, rischiando di resuscitare prodotti che sembravano oramai fuori dai giochi.

Uman – Take Control, uno degli ultimi esperimenti condotti da Italia Uno (la rete “ggiovane” tra le generaliste), aveva simbolicamente sancito la morte del reality, poiché chiudeva per fallimento trascinando giù con sé tutti gli ex gieffini, ex naufraghi,reality_tv ex talpe, ex pupe ed ex secchioni orfani del proprio format, che vi avevano partecipato nel disperato tentativo di restare a galla. Lo stesso dicasi per le ultime edizioni dei due programmi capisaldi del trash live, Grande fratello e Isola dei famosi, costretti anch’essi a richiamare i concorrenti storici pur di risalire negli ascolti. Nel corso del 2011 la perdita di consenso popolare del Premier si era abbattuta pesantemente sui dati Auditel. L’odore di caduta del governo infatti, era già nell’aria ben prima che si verificasse, ed il resto è storia nota.
Ma ora che il legame politico – mai legislativamente risolto – con i mezzi di comunicazione e la conseguente gestione spettacolare dell’informazione riappaiono in questi giorni di furente campagna elettorale, il pericolo di un futuro nuovo monopolio del genere all’interno del piccolo schermo è tutt’altro che scongiurato. Sappiamo come il collegamento profondo tra i due ambiti abbia consentito il mantenimento di un potere per un ventennio, così come il successo facile e immediato di personaggi mediocri, pescati dalla strada e scaraventati di botto davanti alla lucina rossa, sia stato determinato più che da reali capacità, dalla proposta ossessiva della loro immagine e dalla messa in piazza della loro vita privata. Ce ne rendiamo ulteriormente conto osservando come la percentuale di gradimento nei confronti del Cav, prossima allo 0 nell’anno di latitanza, si sia impennata oltre il 20% durante le festività natalizie, lasciando presagire altri spiragli di crescita nei mesi che verranno se l’occupazione di ogni fascia oraria dei palinsesti continuerà. Se così fosse, austerity e sobrietà non sarebbero bastati a scolpire la memoria breve degli italiani, e nemmeno la sostituzione dei contenitori simulatori di false illusioni con formule ben più ancorate alla realtà. Come ad esempio, il fenomeno debordante di riflettori puntati sulla cucina, che in un certo senso ha contrassegnato l’era Monti, rappresentando sulla scena l’ultimo settore verosimilmente accessibile a tutti, l’unico con cui consolarsi e in cui svuotare il misero contenuto delle tasche: il cibo. Ma in questo paese le sorprese non finiscono mai, e se è vero che la tv ne è il riflesso, il trionfo della quotidianità potrebbe ricedere il passo agli show oppiacei, che distraggono dai problemi montando specchi distorti e appannati. L’appuntamento per sapere come finirà è destinato al 24 febbraio. Intanto la prima puntata è già andata in onda, e la nomination più calda ha visto l’eliminazione del concorrente Matteo, dato inizialmente per favorito nella corsa al montepremi finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly