adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Come Dio comanda (2008)

domenica 3 Marzo, 2013 | di Filippo Zoratti
Come Dio comanda (2008)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

A PROPOSITO DI GABRIELE SALVATORES…
Nel nome del padre
Nella grigia e piovosa provincia meccanica friulana si consuma, doloroso e lacerante, un amore. Rino e Cristiano Zena sono padre e figlio, e vivono ai margini della società, in una casa che sembra abbandonata, in una cittadina che sembra indifferente al pari dei suoi abitanti.

Rino disprezza il mondo, e non ha nessuno che possa contraddirlo nella sua atroce xenofobia: né il figlio, adolescente che assorbe i dettami del padre-padrone come la legge indiscutibile di un dio; né l’amico Quattro Formaggi, giovane debosciato rimasto menomato sul lavoro, incapace di sviluppare una propria coscienza morale che non sia quella del gioco (l’eterno presepe steso a casa sua) o quella della morbosità (il film porno mandato in loop nella sua televisione). Entriamo in questo feroce microcosmo in medias res, senza conoscere la storia precedente del trio, mediacritica_come_dio_comanda2dando per buono l’incidente che ha rovinato la vita di Quattro Formaggi ma soprattutto accettando il fatto che manchi una madre e un contesto sociale per capire chi o cosa ha reso tale Rino, violento e alcolizzato, fervente nazista e rancoroso nei confronti “dei negri e degli slavi” che gli rubano il lavoro in cantiere. Gabriele Salvatores ingabbia i suoi personaggi in caratteri monolitici, ostacolando l’immedesimazione e il coinvolgimento emotivo: Rino, Cristiano e Quattro Formaggi non prevedono un’evoluzione, estremizzati e semplificati come sono da una sceneggiatura che sforbicia e impoverisce fin troppo la complessità dei suoi molteplici snodi. Tutto ruota attorno al turning point di metà narrazione, al colpo di scena nel quale tutto cambierà affinché tutto, infine, rimanga uguale: la scena nel bosco, risvolto thriller che dura 35 minuti. È a questo punto che Come Dio comanda mostra i suoi pregi migliori, dall’abilità tecnica e virtuosistica del regista (mai messa in discussione) all’intensità degli attori: Filippo Timi, che incarna un Rino teatrale e dallo sguardo inquieto; Elio Germano, di cui nel corso degli anni abbiamo imparato a conoscere il talento; il giovane Alvaro Caleca, che dà il meglio proprio dal momento della tragedia. Ma possono bastare le qualità di contorno, quando a mancare sono la tensione e la vitalità della storia? Assistiamo alla vicenda come se tutto fosse già successo, come ad un evento di cronaca risaputo e ricostruito per l’occasione; e di conseguenza tutto ci sembra prevedibile o facilmente intuibile. Nonostante la rabbia animale, l’energia distruttiva palpabile di cui riesce ad essere dotato questo tipo di cinema, nonostante la scena finale riveli forse l’unico vero intento di Salvatores. Perché – e si torna all’assunto di partenza – Come Dio comanda è prima di tutto la storia di un amore totale e incondizionato, insegnato attraverso l’odio.

Come Dio comanda [Italia 2008] REGIA Gabriele Salvatores.
CAST Alvaro Caleca, Filippo Timi, Elio Germano, Fabio De Luigi.
SCENEGGIATURA Niccolò Ammaniti, Antonio Manzini, Gabriele Salvatores (tratta dal romanzo di Niccolò Ammaniti). FOTOGRAFIA Italo Petriccione. MUSICHE Mokadelic.
Drammatico, durata 103 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly