adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

America 2013

mercoledì 13 Marzo, 2013 | di Edoardo Peretti
America 2013
Editoriale
0
Facebooktwittergoogle_plusmail

Dal trauma dell’11 settembre fino alle speranze dell’era Obama, passando per l’Afghanistan e l’Iraq, per la lotta al terrore che ha costretto a scendere a patti, mettendola in crisi, con una certa auto-rappresentazione identitaria della nazione, senza dimenticare la crisi economica: il primo decennio del XXI secolo è stato per gli Stati Uniti il decennio della paura, della chiusura, del rifiuto, dell’identità smarrita, ma anche della nuova grande narrazione proposta da Barack Obama, che sembrerebbe aver dato al paese una nuova e più complessa idea di sé.

In questo inizio 2013, almeno quattro più o meno grandi film hanno mostrato l’idea di un paese più consapevole e meno ingenuo per quanto allo stesso tempo altrettanto orgoglioso. A partire dalla rappresentazione di due capisaldi ideali della democrazia statunitense: Abraham Lincoln e l’abolizione della schiavitù in Lincoln di Steven Spielberg. mediacritica_america_2013Rimangono saldamente con i piedi nel campo della mitologia della nazione, ma allo stesso tempo vengono descritti con uno sguardo più cinico e disincantato, meno idealista, sostenuti da una vena di implicita e sofferta malinconia. Lo stesso discorso di fondo si può fare per uno dei film più lucidi e tormentati degli ultimi anni: Zero Dark Thirty di Katherine Bigelow, che racconta il lungo processo di cattura di Bin Laden come una perdita di sé e della propria natura primigenia, come un’ossessione travolgente che porta inevitabilmente allo smarrimento (della protagonista e della nazione). Altro esempio interessante di questa tendenza è il pilota protagonista di Flight di Robert Zemeckis, da un lato eroe a cui è riuscita una cosa impossibile, dall’altro arrogante alcolizzato pieno di difetti: personaggio ambiguo e descritto con ambiguità, a cui è estraneo il tipico didascalico e lineare processo di presa di coscienza e di auto-miglioramento, eroe atipico che porta con sé i dubbi e le incrostazioni di questo decennio di malattia e di convalescenza della nazione. Se a questo breve elenco aggiungiamo anche il Django Unchained di Tarantino, film ‘cazzone’ e divertito -oltreché divertente- ma per il quale non sarebbero fuori luogo riflessione più serie, abbiamo davanti una tendenza abbastanza chiara: gli “eroi” della nuova era obamiana sembrano portare con sé la necessità e la consapevolezza di un orgoglio di nazione ribadito, di un sogno ancora vivo, ma anche meno ingenuo, meno banalmente entusiasta, più consapevole, tormentato e combattuto, dove il bianco e nero della storia non sono separati nettamente, ma uniti da una serie di sfumature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly