adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Pellicola vs. digitale

mercoledì 20 Marzo, 2013 | di Barbara Busato
Pellicola vs. digitale
Festival
0
Facebooktwittermail

XX FilmForum Festival, International Film Studies Conference, 12-21 marzo 2013, Udine/Gorizia

La partita è ancora aperta
Che il film sia morto è ormai un fatto incontrovertibile. Il film inteso nella sua accezione fisica, materica. Il futuro -ma anche il presente- è digitale, è immateriale, teso al continuo miglioramento e a una sempre maggiore definizione e “pulizia” dell’immagine.

Ed è proprio sui problemi legati alla digitalizzazione e alla fruibilità del patrimonio filmico europeo (e non solo) che si riflette all’interno della ventesima edizione del FilmForum Festival. Certamente la pellicola ha ancora un ruolo di primo piano all’interno di archivi e cineteche, ma sempre più in un’ottica di salvaguardia e preservazione dell’artefatto in previsione di una futura digitalizzazione e fruizione, magari anche attraverso il web, da parte di un pubblico sempre più vasto ed esigente, piuttosto che la mera conservazione del rullo di acetato o nitrato all’interno di depositi climatizzati (di fatto inaccessibili).mediacritica_pellicola_vs_digitale Ecco che l’International Film Studies Conference di Udine e la Spring School di Gorizia diventano un momento chiave per capire che direzione stiamo prendendo e quali sono i problemi fondamentali legati ai cosiddetti “archivi in transizione”, confrontando la realtà italiana sul piano europeo e internazionale. Ma non è tutto. Grazie al ciclo di proiezioni serali, che alternano versioni digitali dei film e proiezioni pellicola 16mm, possiamo comprendere esattamente cosa comporta, sul piano dell’esperienza visiva, il passaggio dall’analogico al digitale. Le differenze sono evidenti: l’immagine digitale è un’immagine pulita, stabile, che soddisfa pienamente le attese dello spettatore moderno. Non risente dei problemi tipici che “affliggono” la proiezione in pellicola: sfarfallii, sfocature, inceppamenti del proiettore, errori di montaggio (per esempio film montati di coda, com’è accaduto a Sommovimenti di Paolo Gioli). Ma possiamo veramente parlare di problemi? La diversa grana della pellicola, a cui non siamo più abituati, può davvero impedirci di godere in maniera ottimale del film? Oppure di tratta solo di un diverso tipo di esperienza? In fondo il rumore del proiettore può essere considerato un accompagnamento musicale più che degno per un film silente, e inceppamenti ed errori fanno parte del gioco: anche nell’esperienza casalinga il proiettore ogni tanto non voleva collaborare, ma l’importante era il momento intimo che si veniva a creare con i familiari, non tanto il contenuto della proiezione in sé. Eventi come il FilmForum quindi da una parte si occupano di monitorare il progresso tecnologico al fine di sfruttare al meglio le sue potenzialità, dall’altra offrono l’occasione per recuperare l’esperienza dell’evento-proiezione in quanto tale, ricreando un clima che stiamo inevitabilmente perdendo. E non è un caso che buona parte dei film presentati in pellicola siano degli anni Duemila (ad esempio i lavori di Rosa Barba e Paolo Gioli), segno che è ancora possibile fare ricerca sperimentale sul film, indagando ancora una volta la sua materialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly