adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Attacco al potere – Olympus Has Fallen

sabato 20 Aprile, 2013 | di Lisa Cecconi
Attacco al potere – Olympus Has Fallen
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE CASA BIANCA IN PERICOLO!
Come conquistare la Casa Bianca in tredici minuti
Olympus Has Fallen. L’Olimpo naturalmente è la Casa Bianca. La meta più ambita di alieni e terroristi subisce stavolta l’attacco fulmineo di un gruppo di estremisti Nord Coreani. A difenderla, solo l’intrepido Mike Benning, agente della sicurezza con annesso senso di colpa per non aver protetto la First Lady dall’incidente di un anno prima.

Il tempismo del film di Antoine Fuqua, a pochi giorni dall’attentato di Boston e delle minacce nucleari di Kim Jong Un, non sembra una carta altrettanto vincente per l’entourage dei protagonisti, tratteggiati a più riprese come incapaci di una pronta reazione.mediacritica_attacco_al_potere Oltre al desolato Mike, ferito nell’orgoglio e nella patria devozione, il Presidente degli States pecca di “kindness” e umanità, accogliendo nella White House i biechi nemici sotto mentite spoglie. Non va meglio al portavoce che gli subentra dopo il rapimento, troppo preoccupato di proteggere vite per ordinare di far fuoco per primi. E l’esercito, direte voi? Dov’è il generale guerrafondaio che incarna il peggio del militarismo? Inconcludente pure lui, niente a che fare col macho Bruce Willis che inneggiava alle maniere spicce nell’Attacco al potere del ‘98. Il fatto è che con il film di Edward Zwick, quello di Fuqua ha ben poco in comune. L’omonimia del titolo italiano non avrebbe potuto essere più inopportuna. Allora si trattava di Antony Hubbard/Denzel Washington, poliziotto in prima linea impegnato a scongiurare le follie della legge marziale, almeno quanto a proteggere le strade dagli attentati di matrice islamica. Stavolta è Mike/Gerald Butler, amico intimo del Presidente deciso a proteggere la Casa Bianca per ritornare nelle sue grazie. Se il pericolo che traspariva allora era l’eccesso della reazione USA – con un Bill Clinton sui teleschermi favorevole al potere militare – qui è una difesa inefficace, troppo ingenua e diplomatica per adottare contromisure. Lo stesso programma Cerbero, ideato dal Pentagono per distruggere i missili Usa in caso di “falsa partenza”, si rivela non a caso lo strumento autocastrante pronto a ritorcersi contro i suoi fautori. Film retrogrado e reazionario, Attacco al potere non ammette scrupoli di sorta: l’unico in grado di sopperire all’inettitudine generale è colui che ha già fallito una volta e adesso rifiuta ogni limite dettato dalla prudenza. Non è l’unico riferimento al passato delle Torri Gemelle, considerando la scena didascalica dell’aereo abbattuto contro il Washington Monument. La matrice repubblicana impregna tutto il film di trita ideologia intervista, tra retorica abusata e momenti francamente imbarazzanti – il traditore no-global, l’uso improprio del busto di Lincoln, tutte le scene con la bandiera. Non va meglio dal punto di vista tecnico, con effetti speciali lontani dal giustificare i 70 milioni di budget e sequenze d’azione fracassone e incomprensibili. Non ci resta che attendere ottobre: il White House Down di Roland Emmerich difficilmente potrà fare peggio.

Attacco al potere – Olympus Has Fallen (Olympus Has Fallen, USA 2013) REGIA Antoine Fuqua.
CAST Gerard Butler, Aaron Eckhart, Morgan Freeman, Melissa Leo.
SCENEGGIATURA Katrin Benedikt, Creighton Rothenberger. FOTOGRAFIA Conrad W. Hall. MUSICHE Trevor Morris.
Azione/ Thriller, durata 120 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly