adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Tony Manero (2008)

sabato 11 maggio, 2013 | di Michele Galardini
Tony Manero (2008)
Film History
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

SPECIALE PABLO LARRAIN
L’indifferenza del male

Pablo Larraìn e Alfredo Castro. Il primo disegna l’orrore mentre il secondo lo spalma sul suo volto e nei suoi modi da spostato, da vittima inerme di una Storia più grande di lui che in Cile si chiama Pinochet.

Il film che inaugura la “trilogia del regime” di Larrain si intitola Tony Manero e racconta l’ossessione di un mediocre ballerino cileno, tale Raùl Peralta (Castro), nei confronti dell’icona dance anni ’70 impersonata da John Travolta ne La febbre del sabato sera.mediacritica_tony_manero1a Raùl si esercita ogni fine settimana nel suo locale pacchiano di Santiago del Cile, in vista di un contest televisivo che premierà il miglior interprete/sosia di Tony Manero. Sotto l’occhio impassibile e apparentemente freddo di Larraìn, passano squarci di regime di incredibile forza che superano la banalità del male arendtiana per approdare ad una indifferenza del male che permette ai carnefici, personaggi mediocri e disagiati, di operare in una civiltà azzerata, lobotomizzata, assoggettata, dove non esistono più nemmeno ordini da eseguire. Raùl non si fa scrupoli a uccidere chiunque gli si pari davanti nella sua folle rincorsa al successo che, se raggiunto, sancirebbe definitivamente la vittoria di un immaginario illusorio nei confronti della vita reale: la televisione, il cinema che vincono su quella stessa realtà che hanno cercato di (ri)produrre. Una piastrella di vetro da riparare, un vestito bianco da imbrattare in maniera definitiva, tutto segna il passo di un uomo che ha abbandonato il suo mondo per rifugiarsi negli eterni simboli di bellezza e successo, contrappasso di una nazione divenuta cinica, patria snaturata di scrittori e poeti come Roberto Bolaño, Enrique Lafourcade e Pablo Neruda. Nello sguardo congelato di Larraìn, che sarà ancora più rarefatto nel successivo Post mortem, osserviamo l’uomo spaesato, senza più punti di riferimento, vagare per le vie della sua città rincorrendo una sconfitta che arriverà implacabile, per lui e per tutto il Cile. Miglior film e miglior attore al Torino Film Festival 2008.

Tony Manero [Id., Cile/Brasile 2008] REGIA Pablo Larraìn.
CAST Alfredo Castro, Paola Lattus, Héctor Morales, Amparo Noguera.
SCENEGGIATURA Pablo Larraìn, Alfredo Castro, Mateo Iribarren. FOTOGRAFIA Sergio Armstrong.
Drammatico, durata 98 minuti.

Tony Manero (2008)
VOTA IL FILM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly