adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

I Saw the Devil

sabato 18 Maggio, 2013 | di Margherita Merlo
I Saw the Devil
Inediti
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Chi ha paura del lupo cattivo?
Due occhi luminescenti fissano lo spettatore appena entrato nel film, una sorta di presenza ossessiva che incatena l’ignaro visitatore, accompagnandolo fino al luogo prescelto per l’apertura: in una strada isolata e innevata una giovane donna è bloccata con l’auto in panne, un tizio le si avvicina e cortesemente le offre una morte lenta e inesorabile.

È solo uno dei sequestri portati a termine da un mostro sadico, che tramortisce la sua vittima, irretendola con un innocuo scuolabus, per poi seviziarla, ucciderla, squartarla in tanti pezzi.mediacritica_i_saw_the_devil Si potrebbe tentare un paragone col buon vecchio Dexter Morgan, ma trattasi di psicopatico molto meno affascinante e carismatico dell’abbronzato ematologo. D’altro canto finalmente un cattivone degno del suo personaggio, spietato e malato quanto indifferente e glaciale: suo è il punto di vista, suo il ritmo della narrazione, è la star indiscussa, capace di costituirsi ironicamente e nel mentre sembrare un divo del cinema che saluta la folla impazzita, che sorride ai fotografi ingordi del suo corpo. Sul corpo si attorciglia lo sguardo del regista Kim Jee-woon, altrettanto ghiotto di fisicità: chi a gennaio 2013 ha visto The Last Stand – L’ultima sfida col “vecchio” Schwarzenegger, può facilmente dimenticare la storia ma ricordare senza problemi la densità delle masse, mai celate allo sguardo. In questo tassello fondamentale della sua filmografia la cosa viene esplicitata all’ennesima potenza, culminando nel cannibalismo consapevole, una sorta di droga succulenta e gustosissima. Sul corpo insiste l’assassino, che lavora con la calma di un artigiano, con la passione di un collezionista, ma che commette un errore fatale. La storia si apre con l’omicidio della fidanzata di un agente segreto, talmente sconvolto da essere capace di tramutare se stesso in folle cacciatore, designando il suo avversario a preda preferita. Un duello cacciatore-demone, tutto giocato su azioni, pedinamenti, che mina le coscienze e diventa sempre più stimolante. In realtà, chi dovrebbe subire l’ira funesta della giustizia divina diventa la vittima che allo stesso tempo plasma il suo miglior adepto, sedotto dal dolce sapore della vendetta. La trovata geniale sta ribaltare le regole del genere, che vede il colpevole mantenuto nell’ombra, mai svelato se non negli ultimi minuti conclusivi: qui il riconoscimento arriva subito, insieme alla consapevolezza per il cattivo di aver trovato un rivale degno del suo livello. La durata estesa di I Saw the Devil non aiuta il coinvolgimento dello spettatore, ma proprio nel momento in cui l’attenzione sembra venir meno, ecco un nuovo slancio, un nuovo stimolo, una nuova trovata per alimentare la caccia. Tema quest’ultimo già sviluppato da Kim Jee-woon nel psichedelico e avvincente Il Buono il Matto il Cattivo: da tre guerrieri in lotta per un tesoro, a un binomio letale e desideroso solo di dolore, se da infiggere o da subire non è dato sapere, il confine è troppo labile. Ma se due mostri si combattono, potrà mai esserci un vincitore?

I Saw the Devil [Akmareul boatda, Corea del Sud 2010] REGIA Kim Jee-woon.
CAST Lee Byung-hun, Choi Min-sik, Oh San-ha, Kim Yoon-seo, Chun Ho-jin.
SCENEGGIATURA Park Hoon-jung. FOTOGRAFIA Lee Mo-gae. MUSICHE Mowg.
Thriller, durata 141 minuti.

I Saw the Devil
3.7 3 73.33%

One Comment

  1. Renzo says:

    Era dai tempi di 8 mm delitto a luci rosse che non vedevo un film cosi duro. Io l’ho trovato sorprendente. Eccellente l’interpretazione dell’antagonista. Per me 5 stelle meritate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly