adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Gli abiti del Male

sabato 1 Giugno, 2013 | di Carmen Spanò
Gli abiti del Male
Media
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

La rete dei peccati
Una città frammentata, sei personaggi in cerca di identità, un luogo-simbolo ricoperto di misteri e inquietanti presenze: si gusta a piccoli sorsi l’originale cocktail di orrore e paura pensato per il popolo del web, che batte produzione al 100% “Made in Italy” e una inusuale – e facente ben sperare – disposizione al nuovo e alla sperimentazione.

Prodotta dalla Brandon Box e dal portale MyMovies.it, distribuita in esclusiva su Yahoo!Italia per un totale di otto episodi in otto settimane, Gli Abiti del Male rappresenta un esempio significativo delle forme che la serialità è in grado di assumere nell’era della “convergenza mediale”.mediacritica_gli_abiti_del_male Quella, per intenderci, che privilegia la produzione di iper-testi pensati per una distribuzione in forma alternativa e/o multi-piattaforma, stimolando una fruizione di tipo (inter)attivo tra l’oggetto di consumo e l’utente finale. Le serie non si guardano più solo in televisione: Internet e i suoi addentellati in formato app (per iPad, iPhone, smartphone, tablet) sono ambiti territori di conquista da parte di quei broadcaster (appartenenti al mondo anglosassone, perlopiù) che hanno intuito la potenzialità delle “esperienze interstiziali”, bocconi di visione del programma preferito da assaporare in un contesto di attenzione diffusa. Il tempo necessario per stupire con un colpo di scena, eccitare con un pizzico di suspense, sedurre con un astuto cliffhanger, e il gioco è fatto: il pubblico – attento, critico, navigatore esperto – non si sottrae al piacere derivante da una storia di qualità, soprattutto se reperibile con facilità in rete e rispondente alle modalità di fruizione iperveloce tipiche del flusso internettiano. Per questo Gli Abiti del Male merita un’attenzione particolare. E’ un esperimento innovativo di serie italiana per il web, che assimila moltissimo dalle produzioni estere ma preserva un tocco distintivo sia sul piano della rappresentazione sia su quello dei contenuti. La resa delle atmosfere – “dark” per evocazione in quanto domina nelle immagini la componente bianca, nebbiosa – che esalano dagli angoli e dalle splendide sculture del Cimitero Monumentale di Milano; il tratteggio dei comportamenti ambigui dei personaggi (vivi e non) che in quella cornice di morte si incrociano e si disperdono; l’incastro di flashback – repentini, asciutti – che scavano lentamente nell’oscurità del passato di ognuno, evidenziano preparazione tecnica e maestria del racconto, senso del ritmo nell’utilizzo dei raccordi e del montaggio, misura nella distribuzione strategica delle informazioni. Ogni episodio è un mini-viaggio di otto minuti tra punte di orrore e scambi di prospettiva, confusione tra aldiquà e aldilà, rivelazioni inattese e ribaltamenti della verità. Ma, soprattutto, ogni episodio è il tassello di una pratica discorsiva (e fruitiva) che, partendo da Gli Abiti del Male, potrebbe svecchiare il modo di progettare la serialità in Italia. Già solo per questo, un prodotto di successo.

Gli Abiti del Male [id., Italia 2013] REGIA Andrea Sgaravatti, Guido Geminiani, Mattia Lunardi, Enrico Riscassi.
CAST Giulia Settanni, Simone Coppo, Silvia Rubino, Daniele Ornatelli, Camilla Antoniotti.
SCENEGGIATURA Andrea Sgaravatti, Filippo Infantino.
Web Series, horror/Drammatico, durata 8 minuti (episodio), stagione 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly