adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

The Day After – Il giorno dopo (1983)

sabato 8 giugno, 2013 | di Lisa Cecconi
The Day After – Il giorno dopo (1983)
Film History
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

SPECIALE APOCALISSE AL CINEMA
L’Apocalisse senza redenzione

“La gente è stupida ma non fino a questo punto”. Russell Oakes, medico del Missouri, scarta l’ipotesi di una guerra nucleare. I telespettatori del 1983 non si sentivano altrettanto ottimisti. Quando videro The Day After su ABC – un’audience di circa 100 milioni – un apposito numero verde fu istituito per tranquillizzarli.

Reazione comprensibile considerato il momento storico. La Guerra Fredda era ancora in corso e il primo mandato di Reagan aveva acceso toni ben lontani dal successivo clima di distensione. Evacuazioni simulate e costruzione di rifugi atomici erano realtà tutt’altro che sconosciute.mediacritica_the_day_after1a Ma se il film di Nicholas Meyer turbò a tal punto i suoi spettatori non lo si deve soltanto a questo. Film del dopo, del pulsante schiacciato, The Day After mette in scena il disastro atomico con tetro disincanto. Un orrore senza discernimento che travolge l’umanità con ferocia ineluttabile. La lunga sequenza apocalittica, con l’esplosione dei missili nucleari, è una sinfonia di morte ancora impressionante. Non soltanto per l’efficacia degli effetti speciali, comunque premiati con un Emmy, ma soprattutto per il realismo impietoso con cui falcidia indistintamente famiglie e bambini, città e fattorie, nullificando ogni forma di esistenza. “Il giorno dopo” in questione non è certo quello di Emmerich, con un manipolo di eroici superstiti che si riabbracciano nella luce aurorale. È piuttosto una carrellata di disperata desolazione. Il sermone di un prete ha il suono irritante delle promesse tradite per una sparuta comunità agonizzante colpita dalle radiazioni. Le parole di un presidente invisibile cianciano di vittoria e di perdite contenute, mentre squallore e devastazione si susseguono nel montaggio. Il mito di un’America “in missione per conto di Dio” si rivela come menzogna al servizio del potere. Con il Vietnam sulla coscienza e una profonda sfiducia nei vertici, il soldato che diserta non è più simbolo di vigliaccheria ma di buon senso e lungimiranza. Il medico e il padre di famiglia completano il quadro delle figure idealmente intese a guida e protezione, adesso costrette all’impotenza. Altrettanto significativa la scelta di concentrarsi sulla popolazione di Kansas City. Niente Washington D.C. né imponenti Statue della Libertà, ma miglia e miglia di periferia ridotta a un’uniforme landa desertica. Non c’è quindi da stupirsi se il film suscitò polemiche e costernazione. Un’accoglienza che sconta tutt’ora, troppo spesso liquidato come l’ennesimo blockbuster privo di interesse se non per lo spettacolo. Decisamente, nulla di più falso.

The Day After – Il giorno dopo [The Day After, USA 1983] REGIA Nicholas Meyer.
CAST Jason Robards, JoBeth Williams, John Cullum, John Lithgow, Steve Guttenberg.
SCENEGGIATURA Nicholas Meyer. FOTOGRAFIA Gayne Rescher. MUSICHE David Raksin, Virgil Thomson.
Drammatico, durata 126 minuti.

The Day After – Il giorno dopo (1983)
3.17 6 63.33%

One Comment

  1. Max says:

    Condivido ogni parola del commento. Di quelli che ho letto questo è sicuramente il più azzeccato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly