adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

L’ordre et la morale

sabato 22 Giugno, 2013 | di Margherita Merlo
L’ordre et la morale
Inediti
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

INEDITO – FRANCIA 2011

1988: la Francia Unita
In principio è stato L’odio: capolavoro. Poi l’inizio dell’inesorabile discesa verso le possibilità mancate, tra l’ancora salvabile I fiumi di porpora, giù verso Gothika fino a Babilon A.D.. Quindi l’arresto. Mathieu Kassovitz decide di riprovarci: è il 2011 e appare sugli schermi L’ordre et la morale.

Sarà il completo ritorno alla madrepatria in quanto a produzione, sarà l’essersi ispirato a fatti realmente accaduti, sarà che quando c’è il talento prima o poi questo vuole riscuotere tutto ciò che gli è dovuto. Allora prende corpo una storia importante,mediacritica_l_ordre_et_la_morale che tratta di relazioni umane nel loro senso più profondo, quelle che costruiscono la fiducia tra individui lontani ma desiderosi di venirsi incontro. Si narra del tentativo di mediazione tra Philippe Legorjus, capitano della unità speciale GIGN (Groupe d’Intervention de la Gendarmerie Nationale, le teste di cuoio francesi) e Alphonse Dianou, capo del gruppo di kanaki rapitori di una trentina di poliziotti, ostaggi di questi ribelli abitanti della Nuova Caledonia. Il loro desiderio è rivendicare la propria indipendenza dal governo francese: un tempo il territorio era una colonia penale, dal 1985 si chiede che diventi uno stato autonomo. La tensione cresce fino al 1988 quando l’azione violenta di un governo distratto dalle elezioni politiche in patria fa precipitare i risultati raggiunti fino ad allora. Kassovitz ragiona sulla crescita parallela di due punti di vista separati, uno che osserva un disaccordo crescente tra le alte sfere del potere e quello che punta alla costruzione di un futuro di stima e solidarietà tra un impero secolare e una comunità finalmente libera. Nessun dio a mettere i bastoni tra le ruote, solamente la mente di persone responsabili delle proprie scelte, siano queste un tentativo di dialogo o la decisione di far morire un uomo per ristabilire l’ordine e la morale. Una verità, quest’ultima, sbattuta in faccia allo spettatore senza mezzi termini, forte della certezza delle sue conseguenze. L’unica cosa rimasta da fare è continuare a seguire la storia, coscienti che il peso della nuda realtà è sempre più opprimente: tutti a parole rifuggono l’omicidio, ma i fatti non sono composti da parole. Philippe se ne rende conto troppo tardi, invischiato nel sistema è costretto ad agire e mettere da parte la sua di morale per accontentare i capricci del potere. Se prima le inquadrature di spalle ci aiutano a seguire i suoi spostamenti, le sue azioni, affiancandolo nella sua lotta consapevole, queste diventano poi una sorta di pesante mano che schiaccia corpo e coscienza, lasciando l’uomo nella confusione dell’ignoranza. Non si parla di speranza, al bando qualsiasi sentimentalismo superfluo e stucchevole: si agisce, si rispetta, ci si lascia prendere dal panico e si distrugge il presente. Un referendum per l’indipendenza della Nuova Caledonia si terrà entro il 2014: perché il problema non è la caduta, ma l’atterraggio.

L’ordre et la morale [id., Francia 2011] REGIA Mathieu Kassovitz.
CAST Mathieu Kassovitz, Iabe Lapacas, Malik Zidi, Alexandre Steiger, Daniel Martin, Steeve Une.
SCENEGGIATURA Mathieu Kassovitz, Benoît Jaubert, Pierre Geller. FOTOGRAFIA Marc Koninckx. MUSICHE Klaus Badelt.
Drammatico, durata 136 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly