adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

E ora parliamo di… Sofia Coppola

sabato 28 settembre, 2013 | di Andrea Moschioni Fioretti
E ora parliamo di… Sofia Coppola
Review
0
Facebooktwittergoogle_plusmail

SPECIALE SOFIA COPPOLA
Io: Sofia
Se navigando su Youtube si digita il nome Sofia Coppola, oltre alle molte interviste, si trova un Blob dei suoi lavori: viaggi, volti pensierosi, architetture imponenti, uomini e donne soli e annoiati, colonne sonore rarefatte, campi lunghi, primi piani, una regia pop nella sua dinamicità incontrollata, momenti di calma in un mondo frenetico e indisposto all’elevazione dell’individuo. Sofia Coppola e l’incontro con il suo cinema dei sentimenti.

La Coppola è una regista coraggiosa, perché ha saputo mantenere uno stile e un’intuizione artistica precisi, senza piegarsi e trasformarsi per le logiche di mercato: le sue donne introverse che amano uomini ancora più alienati rientrano in un percorso ben definito che ha come fine ultimo quello di mostrare i nostri folli tempi. Che siano gli anni ’70 di Il giardino delle vergini suicide o l’oggi di Lost in Traslation o ancora la Francia di Marie Antoinette, l’importante è raccontare la persona nei suoi momenti intimi, mediacritica_e_ora_parliamo_di_sofia_coppolasenza eccessi di macchina da presa, con mano delicata e allo stesso tempo realisticamente dura. Molti parlano di un cinema “modaiolo” perché accompagnato da soundtrack pop e da una minuziosa cura del reparto scenografico e dei costumi, invece è un cinema di stati d’animo che di pop hanno ben poco: la noia e la solitudine. Tutti i suoi “eroi” e antagonisti si muovono cercando di passare il tempo nel modo migliore possibile, chi perché costretto come le “suicide” e Maria Antonietta, chi perché non capisce bene dove sia – Bill Murray e la Johansson, e i personaggi di Somewhere – chi per diventare famoso, come in Bling Ring. Diventare famosi e la battaglia per esserlo o non, una lotta continua che è una tematica nodale nella poetica dell’autrice. Essere al centro dell’attenzione perché “figlia di”, e soffrire per questo, cercare di mostrare come ci si sente da entrambe le barricate, una chiave di lettura che supera i 15 minuti warholiani, con dei fan che sono sempre pronti al giudizio finale e ultimo (vedi i ragazzi innamorati delle vergini suicide). Sofia spiega, con le sue storie, le sfaccettature della popolarità che nel bene e nel male è il sogno di tutti, una condizione che se non provata si fatica a capire. E chiaramente parlando di notorietà bisogna servirsi degli stereotipi che la contraddistinguono: il lusso, le feste, la musica e le mode, i suoi mostri e i suoi orpelli. Tutto questo discorso potrà sembrare banale e ridondante, ma è la chiave di lettura per tutto il suo cinema, che sarà sì discontinuo e imperfetto nella collisione tra regia e scrittura, ma ha un respiro altro e alto, che ha costituito la storia del cinema contemporaneo come fecero al tempo i film di papà Francis. Racconti autobiografici, un linguaggio riconoscibile che è ormai diventato un classico, come se ci si aspettasse già cosa si andrà a vedere: auguriamoci solo che questa poetica alla lunga non ci stufi. Lieti di conoscerti, Sofia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly