adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Scola e la poetica del ricordo

mercoledì 9 Ottobre, 2013 | di Maurizio Porro
Scola e la poetica del ricordo
Editoriale
0
Facebooktwittergoogle_plusmail

Certo non guasta, ma non è indispensabile essere nati come Marcel Proust il 10 di luglio per apprezzare la poetica del ricordo che da sempre, per sua stessa natura, è il primo dei comandamenti del cinema.

Che strano chiamarsi Federico, il nuovo film di Scola che aveva annunciato il ritiro e per fortuna non ha mantenuto la promessa, così come Olmi, è dedicato a Fellini e si basa, questa è la meravigliosa coincidenza, su una doppia recherche, una doppia memoria che si incastra come i pezzi di un grande puzzle che ricostruisce l’Italia romana anni ‘40 e oltre, sui tavoli della redazione del “Marc’Aurelio”, sui tavolini dei bar, in giro con l’auto per Roma mediacritica_scola_e_la_poetica_del_ricordochiacchierando con un madonnaro, a Cinecittà dove il nostro Federico scappa dalla sua cerimonia funebre sorvegliata dai carabinieri col pennacchio, come Pinocchio, correndo via verso i vialetti degli studios della sua casa cinematografica (l’avrebbe fatto di sicuro). E attraverso la storia di un’amicizia, nella grande famiglia del cinema italiano di una volta, riscopriamo i grandi talenti del cinema e della satira e della rivista: insieme a quei due ci sono tutti gli sceneggiatori della futura commedia e gli autori delle riviste dell’epoca. In realtà ogni film è un ricordo: quando arriva a destinazione perché registra qualcosa che è avvenuto qualche tempo prima, ma c’è una data di realizzazione (in questo caso Scola ha lavorato in aprile-maggio) e una data ideale di riferimento, ed è qui che torniamo alla Roma felliniana (un pezzettino del suo raccordo anulare si mangia tutto il Sacro GRA) che si raddoppia con quella di Scola, due immigrati, armati di grande senso dell’umorismo, voglia di stupire pur arrivati nella capitale del cinema da zone diversissime, uno da Trevico e l’altro da Rimini, come leggenda racconta. Il cinema di oggi è meno dedito e fedele al rito del ricordo, perfino il flash back è meno usato, da quando gli americani le prime volte facevano ondeggiare l’inquadratura per entrare o in un sogno o nell’immaginazione. Ed è sempre Fellini che ha posto poi la memoria protagonista del suo 8 e mezzo, ma fu un avvenimento: non solo è il film più bello del mondo ma ha rotto gli steccati, è stato come l’Ulisse di Joyce in letteratura. E se Amarcord detta legge in questo campo, non c’è bisogno che sia tutto vero basta che sia verosimile, molti sono i Grandi Autori che hanno fatto dei propri ricordi la materia stessa del raccontare per immagini e non si può non citare un grande e vivente maestro molto spesso dimenticato, Alain Resnais autore di veri poemi in prosa sulla poesia della mente, da Hiroshima mon amour a Provicence. Oggi il film si esprime in modo diverso e la passione ormai generale per le serie televisive, metti il grande Downtown Abbey ma anche altro, dimostra che forse la vasta platea contemporanea bada da sola al proprio passato e il film trasmette solo azione, senza mai voltarsi indietro o avanti, senza far pause, senza godere di silenzi, senza l’introspezione che invece rimane la cosa più affascinante di un’immagine, specie quando si ferma il tempo necessario perché si possa farla nostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly