adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

National Theatre Live: Macbeth

sabato 23 Novembre, 2013 | di Valentina Di Giacomo
National Theatre Live: Macbeth
Media
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Tutto in una notte
Scrive Walter Murch che il cinema è un’esperienza teatrale. Davanti allo schermo cinematografico siamo come riuniti attorno al fuoco di un accampamento, a fissare nell’oscurità della sala – quasi fossimo nella caverna di Platone – ombre in movimento, fiamme danzanti che ci parlano della storia. Dalle fiamme e dall’oscurità siamo infatti incalzati, rapiti, a tratti paralizzati, davanti alla riproposizione del Macbeth di Shakespeare ad opera del National Theatre di Londra, progetto che è una novità assoluta per l’Italia.

Giunto alla sua seconda tappa, il National Theatre Live porta sul grande schermo una stagione teatrale di livello altissimo cui, dopo The Audience di Peter Morgan, e Macbeth appunto, seguiranno mediacritica_national_theatre_live_macbethFrankenstein di Nick Dear e Hamlet. Diretto in una chiesa sconsacrata di Manchester da Rob Ashford insieme allo stesso Kenneth Branagh, nei panni di Macbeth, con Alex Kingston nel ruolo della perfida Lady, il dramma ha un ritmo incalzante, sfiancante, alienante. La prova resta memorabile. Sarà perché Macbeth è uno di quei volti in cui l’idea della tragedia shakespeariana si incarna e svela tutta la sua essenza. Sarà perché a Branagh quel volto calza alla perfezione. Il secolo di Shakespeare visse la crisi di un passaggio fondamentale tra mondi e modi di pensare completamente nuovi, ecco perché l’eroe shakespeariano è solo. E’ l’uomo solo di fronte al mondo che si secolarizza, che la fede non è sufficiente a spiegare. E senza fede, l’istinto della paura ha il sopravvento. Ecco perché Macbeth è la tragedia della paura, della notte, del giorno che non arriva mai. Tutto questo lascito Branagh lo porta dentro, Shakespeare, la sua parola, il suo tempo. Sulle sue spalle grava un peso enorme, che egli sa restituire con lieve, appassionata lucidità. Dopo il crimine, il regicidio, per Macbeth si apre una crepa: tra pensiero e atto, anima e corpo, cuore e mano. Tutto deflagra, l’armonia dell’individuo è andata in pezzi, Macbeth è alieno a se stesso, e disperato cerca conforto nella doppiezza dell’attore: non agisce più, recita. Nell’atto, il suo desiderio di potere non si è realizzato ma è collassato, e più che ad agire si è trovato ad essere “agito”. La passione tragica nella sua verità essenziale si esprime così: il grido di dolore della creatura che soccombe, sapendo che la vita è uno spettacolo insensato. Che vale poco o nulla. Con una grande prova d’attore Branagh ci porge la sua passione, persuadendoci a sentirla davvero la “sua” sofferenza. In quella magica fusione tra la permanenza della letteratura e la spontaneità del teatro che è il cinema, ci ha decisamente rivelato il suo incontro con l’esistenza umana, su quel ring fangoso, il palcoscenico, dove tutto si è svolto. Tutto in una lunghissima notte. A testa alta, gli occhi aperti, Branagh ha sostenuto anche per noi il confronto con quel poco o nulla dell’esistenza, convinto, in fondo, come Shakespeare, che anche in quel poco un senso ci sia.

National Theatre Live: Macbeth [id., Gran Bretagna 2013] REGIA Rob Ashford, Kenneth Branagh.
CAST Kenneth Branagh, Alex Kingston, John Shrapnel, Jimmy Yuill.
DESIGNER Christopher Oram. COMPOSITORE Patrick Doyle. COREOGRAFO Chris Bailey
.

VOTA IL FILM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly