adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Do Not Disturb

mercoledì 1 Gennaio, 2014 | di Marco Longo
Do Not Disturb
Inediti
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

INEDITO – FRANCIA 2012
Una personalità dalle molte facce
Curioso remake dell’americano Humpday di Lynn Shelton, Do not disturb racconta sotto forma di commedia la crisi identitaria di due amici di vecchia data alle prese con l’esplorazione intima del proprio rapporto.

Quando Jeff, artista grossolano e giramondo, torna dal Messico e bussa alla porta del vecchio compagno di studi Ben, nel pieno del routinario ménage familiare con Anna, la vita di Ben viene immediatamente travolta dallo stile dissoluto dell’amico – alcol, fumo, festini – e dagli improbabili incontri con la comunità pseudoartistica che è solito mediacritica_do_not_disturbbazzicare. La vicenda ha il suo primo punto di svolta quando durante un party i due amici, completamente sbronzi, decidono di partecipare a un noto festival di pornografia amatoriale con un film in cui faranno sesso assieme. L’idea sembra trovarli d’accordo in nome dell’Arte, ma da qui a realizzarla entrambi dovranno affrontare i fantasmi della propria eterosessualità e, nel caso di Ben, il dettaglio non indifferente del prezioso matrimonio con Anna. Partendo da uno spunto non originale, Attal costruisce come in molto suo cinema un intreccio a tre personaggi – le bisessuali interpretate da Asia Argento e Charlotte Gainsbourg sono, ahinoi, soltanto comparse fugaci; in questo triangolo che sovrappone l’amicizia maschile all’amore trovano immediato risalto i confini dell’orientamento sessuale di ciascuno, le aspettative e i giudizi degli altri, i segreti più profondi e ineffabili di personalità a dir poco smarrite. Non solo l’intreccio è destinato a un prevedibile nulla di fatto, ma tutta la storia suggerisce come il percorso di coscienza di Ben – chiamato a confessare i propri tabù, desideri, tradimenti – sia destinato a legittimare lo status quo di partenza, dove l’amicizia con Jeff non potrà mai essere amore e l’amore di Anna resterà qualcosa per cui lottare. Attal costruisce, senza troppa fantasia, una regia tutta a favore del ritmo e molto prossima agli attori, generosi nel mostrarsi imperfetti in frequenti scene di nudo: François Cluzet, divo francese del momento, ha il suo talento, ma l’Anna di Laetitia Casta è il più bel ritratto del film. Anche per l’abuso di camera a spalla e di primi piani a riempire il formato panoramico dell’immagine, ne deriva una commedia un po’ diversa dal solito ma priva di incisività drammaturgica, dove a prevalere è in definitiva il malinconico disorientamento collettivo che abita la vicenda. Sotto sotto, il film ha il suo merito nel ribadire con ingenua levità che l’Arte non potrà mai prescindere dalla vita che facciamo, dai sentimenti che nutriamo, e che artista non sarà mai chi sfida o sperimenta l’impossibile, tantomeno in camera da letto, ma piuttosto chi trasfigura il limite della propria confusa esperienza.

Do not disturb [id., Francia 2012] REGIA Yvan Attal.
CAST Yvan Attal, François Cluzet, Laetitia Casta, Asia Argento, Charlotte Gainsbourg.
SENEGGIATURA Yvan Attal, Olivier Lécot. FOTOGRAFIA Thomas Hardmeier. MONTAGGIO Jennifer Augé.
Commedia, durata 88 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly