adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

La Top Ten Mediacritica 2013

sabato 4 Gennaio, 2014 | di Redazione Mediacritica
La Top Ten Mediacritica 2013
Classifiche
0
Facebooktwittermail

Cinema, cinema e ancora cinema. Anche quest’anno abbiamo giocato alle top ten (ogni redattore ha stilato la propria classifica, la redazione ha contato i voti e ha messo i titoli in ordine) e il risultato è un’esplosione di immagini travolgenti, potenti, fieramente cinefile. Il 2013 ci è sembrato un anno ghiottissimo: ne è prova il fatto che i titoli che leggete qua sotto sono distanziati tra loro solo da una manciata di punti. Siamo orgogliosi di vedere, tra i nostri dieci preferiti, tante pellicole che hanno fatto discutere, piuttosto che quelle che sono piaciute a tutti. Ci piace pensare che la vincitrice, La vita di Adele, sieda con sguardo amichevole sopra la montagna di polemiche che ne hanno accompagnato l’uscita in sala: respirando libera e vivissima come il cinema di Abdellatif Kechiche. Adele guida la danza dei film 2013: lei su I follow rivers di Lykke Li, le spring breakers di Harmony Korine sulla dubstep rimasticata da Skrillex, Django swagga a cavallo mentre tutto intorno esplode, e nel frattempo Toni Servillo (La grande bellezza è l’unico italiano, e pure lui contrastatissimo), Jennifer Lawrence e Bradley Cooper sfidano gioiosamente (e vincono) il ridicolo a ritmo di musica. Affonda nello spazio la visione esperienziale di Gravity, naufragano nel tempo e nella mente le derive ipnotiche di The Master, e Zero Dark Thirty scioglie in pianto il trauma che ha segnato, dal 2001, l’immaginario d’America. La commedia di Judd Apatow è di quelle che ci pongono di fronte uno specchio impietoso. Quanto a Holy Motors, ci ricorda che nulla conta più della bellezza del gesto. Buon anno a tutti, da Mediacritica: che sia un 2014 altrettanto ricco di cinema e di danza.

Ecco la Top Ten Mediacritica 2013

1. La vita di Adele di Abdellatif Kechiche
2. Django Unchained di Quentin Tarantino
3. Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow
4. Gravity di Alfonso Cuarón
5. Spring Breakers – Una vacanza da sballo di Harmony Korine.
6. Holy Motors di Leos Carax
7. The Master di P. T. Anderson
8. Questi sono i 40 di Judd Apatow
9. Il lato positivo di David O. Russell
10. La grande bellezza di Paolo Sorrentino

[N.B. Le nostre classifiche si riferiscono ai film usciti nelle sale italiane tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2013]
Ringraziamo il nostro Marco Longo per il video in apertura.

autori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly