adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

In questo mondo libero… (2007)

sabato 25 Gennaio, 2014 | di Eleonora Degrassi
In questo mondo libero… (2007)
Film History
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

SPECIALE CINEMA DELLA CRISI
Nessuno vive “libero”
Uomo che verrai, impara a non essere egoista, spietato, disumano, a essere libero da amore, vincoli e autorità. In questo mondo libero… (scritto da Paul Laverty, Osella d’Oro per la Miglior Sceneggiatura a Venezia 2007) di Ken Loach sembra quasi una lettera-invito, scevra da ogni falso moralismo, amara presa di coscienza che al mondo nessuno è libero.

Angie/Kierston Wareing è un’avvenente madre divorziata, licenziata in tronco dall’agenzia procacciatrice di manodopera proveniente dall’Est per cui lavorava. Lo spettatore pensa: ecco l’ennesimo personaggio “alla Loach”, usato, sfruttato, denigrato, messo in ginocchio dal Sistema, come in Paul, Mick e gli altri e Piovono pietre, uno di quei poveri in canna, “rifiuto” sociale, ultimo tra gli ultimi che il regista sa raccontare così bene; invece no. mediacritica_in_questo_mondo_libero1aQuesta volta il cineasta indaga gli oppressori. Angie è un inconsapevole “mostro”, la società le ha insegnato ad essere così, opprime per non essere oppressa: apre un’agenzia senza dichiararla, accetta un lavoratore senza passaporto dando inizio ad un turbine di illegalità. Se dopo il licenziamento siamo solidali con Angie, che si rimbocca le maniche per trovare il suo posto nel mondo, per crearsi una vita da condividere un giorno con il figlio, poi ne prendiamo le distanze: viaggia sulla moto alla ricerca di “collaborazioni” e, dispotica datrice di lavoro, sfrutta fino all’osso i dipendenti dimostrando il suo potere con tracotante autorità “linguistica”, “nazionalistica”, di status. La coppia Loach-Laverty indaga come sempre l’Inghilterra, con tutte le sue luci e le sue ombre, le sue contraddizioni e le sue nevrosi, una Inghilterra che produce sfruttamento. Qui pone al centro l’immigrazione, e in un gioco di specchi anche l’Europa tutta − priva di identità e umanismo, senza regole e guida, percorsa non da confini ma da frontiere, nemica non solo degli altri ma anche di se stessa. La protagonista è figlia di questo, senza scrupoli né regole, incurante dell’Umano. In questo mondo disumano piomba in una voragine di disperazione e illegalità, senza possibilità di fuga, fino a toccare il fondo. Ken Loach con questo film − come aveva fatto con Riff Raff − tocca le corde più profonde del Cittadino, dell’Uomo, dell’Umanità; sembra non esserci salvezza per nulla e per nessuno. Con il suo sprezzante e crudele occhio rappresenta la realtà così come è, senza sconti né indulgenze: al centro solo ingiustizia e alienazione. Se, come dice Gaber, “La libertà è partecipazione”, libertà è anche, paradossalmente, mostrare/raccontare la triste presa d’atto che in realtà questo mondo non è libero. Uomo che verrai, impara la lezione.

In questo mondo libero… [It’s a Free World…, Gran Bretagna/Italia/Germania/Spagna 2007] REGIA Ken Loach.
CAST Kierston Wareing, Juliet Ellis, Leslaw Zurek, Colin Caughlin, Joe Siffleet.
SCENEGGIATURA Paul Laverty. FOTOGRAFIA Nigel Willoughby. MUSICHE George Fenton.
Drammatico, durata 96 minuti.

In questo mondo libero… (2007)
3 2 60%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly