adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Motel Woodstock (2009)

sabato 1 Marzo, 2014 | di Andrea Moschioni Fioretti
Motel Woodstock (2009)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE ORIENTE A HOLLYWOOD
Death of a Nation
Ang Lee ha pestato i piedi al mondo benpensante e conservatore statunitense più volte lungo la sua carriera americana: Tempesta di ghiaccio e il crollo della famiglia perfetta, I segreti di Brokeback Mountain e l’amore tra due cowboys emblema del machismo e non da meno Motel Woodstock con la stigmatizzazione del mito di uno dei più grandi raduni rock di sempre.

Lee ha saputo trasportare il suo stile e la sua graffiante peculiarità autoriale al servizio di un mondo che ancora fatica ad affrontare tanti conflitti interni. Sempre con mano leggera ma allo stesso tempo acutamente incisiva, è riuscito ad entrare nelle grazie del popolo cinematografico americano –premio Oscar docet– colpendolo quasi a morte.mediacritica_motel_woodstock1a Motel Woodstock è una commedia corale sui giorni del “concertone”, organizzazione smarrita e personaggi bizzarri compresi, una vicenda ambientata tra le beghe di una famiglia che gestisce un motel sull’orlo del fallimento. Lee parla di libertà sessuale, di multinazionali che soccombono sotto la potenza delle masse, della secolare influenza che il Dio denaro (il personaggio di Imelda Staunton) ha sul fragile sogno americano. Quel sogno americano che magari uno straniero potrebbe ancora bramare e in cui cerca di “entrare”, come il protagonista cerca di partecipare al concerto, ma che in realtà è fine a se stesso, seppellito da sogni ad occhi aperti. A Lee non interessa documentare, seppur romanzandolo, Woodstock, è consapevole che in molti hanno già contribuito a formarne il mito, ma studia le persone e i loro gesti. Le scelte degli individui hanno una potenza tale da modificare la Storia, se ci si dovesse solo far trasportare dagli eventi non ci sarebbero le eccezioni e non nascerebbero leggende. Motel Woodstock è stato considerato dalla maggior parte della critica un film minore di Lee, ma per tutto ciò che racconta è la classica pellicola che nascondendosi dietro la “semplicità” della commedia vuole raccontare altro. In quei giorni non ci sono stati solo i concerti, il fango e l’inevitabile simbologia politica- forse non ci serviva questo film per capirlo-, c’è stato sopratutto un contorno che è ancora poco conosciuto. I retroscena sono spesso più interessanti, Lee lo dice con un sentimento dolceamaro che sommariamente potrebbe sembrare realizzato con il freno tirato. Sui titoli di coda ci si rende conto che alle spalle si lascia una cronaca psichedelica, curatissima nei dettagli e nell’ottima fotografia, che coccola un racconto di formazione vintage senza scadere nei patetismi della più battagliera adolescenza. Un film che scivola via senza “impegnare” lo spettatore, ma che in ciò racchiude la sua potenza: un chiaro messaggio per l’America troppo spesso incapace di ammettere la propria vulnerabilità e dipinta come un colosso inespugnabile. Una semplice commedia insomma!

Motel Woodstock [Taking Woodstock, USA 2009] REGIA Ang Lee.
CAST Demetri Martin, Liev Schreiber, Eugene Levy, Imelda Staunton, Kevin Sussman, Paul Dano, Emile Hirsch.
SCENEGGIATURA James Schamus. FOTOGRAFIA Eric Gautier. MUSICHE Danny Elfman.
Commedia, durata 111 minuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly