adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Salò o le 120 giornate di Sodoma (1975)

mercoledì 5 Marzo, 2014 | di Lapo Gresleri
Salò o le 120 giornate di Sodoma (1975)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

5 MARZO, OMAGGIO A PIER PAOLO PASOLINI
Pasolini e Salò oggi
Risulterebbe superfluo e alquanto riduttivo presentare qui un’ulteriore interpretazione dell’ultimo film di Pier Paolo Pasolini. L’ampia bibliografia critica sulla sua produzione ha raccolto negli anni le più disparate prospettive di lettura che – erronee o superficiali, acute o rivelatrici – offrono una base già più che sufficiente per afferrare il messaggio delle sue pellicole come degli scritti.

Scandagliata in tutte le sue parti, l’opera dell’intellettuale è stata oggetto di una lenta rivalutazione che ha reso merito a una delle figure più importanti nel panorama cultuale italiano del secondo Novecento, i cui testi sono mediacritica_salo_o_le_120_giornate_di_sodoma_290tuttora oggetti di discussione e di studio riguardo la società odierna. Ma la conseguente tendenza a ridurre Pasolini a sorta di aruspice che, guardando nelle viscere di un Paese ormai marcescente, ne sapeva predire il futuro pare quasi semplicistico escamotage per assolvere un debito intellettuale mai saldato. Egli infatti non godeva di capacità preveggenti: il suo acume era dato da una lucidità di pensiero e una capacità di connessione tra eventi e elementi in causa tale da consentire una profonda penetrazione nel complesso tessuto civile nazionale, rapidamente mutato con il boom economico e il benessere materiale da esso scaturito. Una volontà di andare sempre alla radice delle problematiche in cerca di una scomoda quanto ineluttabile verità. Lo dimostra l’apicale provocatorietà e crudezza di Salò o le 120 giornate di Sodoma, apologo sulla massificata società dei consumi, sul corpo come oggetto di e del Potere, sul sesso e la violenza come suoi strumenti di dominio e prevaricazione, sulla disperata rassegnazione a cui l’autore abbandona i giovani protagonisti, non incapaci bensì impossibilitati a opporre una anche minima resistenza ai propri aguzzini. Il regista porta in tal modo all’estrema conseguenza la riflessione sviluppata in decenni di attività in forme e modalità disparate e già esternata in Porcile. Guardando all’oggi è inevitabile constatare la realisticità di tale pur pessimistica visione, ma perché questa non si perda, non si riducano a facili slogan i contenuti di un corpus artistico tanto stratificato come quello pasoliniano, bensì li si approfondiscano in uno studio critico-esplicativo che ne lasci intatta l’integrità formale per far luce su un tempo oscuro e confuso come quello attuale. Come la Cineteca di Bologna, che in collaborazione con Cinemazero di Pordenone sta lavorando a un’ipotesi di ricostruzione delle scene tagliate dal film del 1975, in vista del Quarantesimo dalla sua uscita e dalla morte del regista, così è necessario agire al fine che non ne venga smarrito il senso e la carica espressiva.

Salò o le 120 giornate di Sodoma [Italia 1975] REGIA Pier Paolo Pasolini.
CAST Paolo Bonacelli, Giorgio Cataldi, Umberto Paolo Quintavalle, Aldo Valletti.
SCENEGGIATURA Pier Paolo Pasolini, Sergio Citti, Pupi Avati (dal romanzo Le 120 giornate di Sodoma del Marquis de Sade). FOTOGRAFIA Tonino Delli Colli. MUSICHE Ennio Morricone.
Drammatico, durata 116 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly