adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Confession d’un enfant du siècle

mercoledì 16 Aprile, 2014 | di Marco Longo
Confession d’un enfant du siècle
Inediti
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Debole è chi resiste
Dopo l’ottima prova di Stella, ormai risalente al 2008, Sylvie Verheyde torna dietro alla macchina da presa adattando (e non è la prima) il romanzo di Alfred de Musset La confession d’un enfant du siècle, testimonianza di un periodo storico – il secondo Ottocento – di fondamentali transizioni culturali.

Se al centro di Stella era la vita di una bambina, protagonista di Confession d’un enfant du siècle è un giovane della ricca borghesia post-napoleonica alle prese con l’amore adulto. Quando Octave sorprende la propria fidanzata a tradirlo con un caro amico, l’impatto della sua delusione è tale da porlo di fronte a un dubbio amletico: mediacritica_confession_d_un_enfant_du_siecleperdonare lo sgarbo – egli è incapace di continuare ad amarla, ma non può vivere senza di lei – o abbandonare l’idealismo dei sentimenti, per accompagnare il ricco e disilluso Desgenais nelle seducenti spire del libertinaggio. Prevale, come prevedibile in ogni racconto di formazione, l’opzione meno rassicurante, che qui non è soltanto sintomo di uno sbandamento giovanile, ma segno tangibile di un’epoca in piena trasformazione, come più di una volta sottolineato dalla voce fuori campo del protagonista: la sua generazione attraversa una fase di passaggio, oramai libera dalla guerra e totalmente orientata all’interesse privato, in progressivo allontanamento dai puntelli della tradizione – religione compresa – e tutta orientata al piacere e arricchimento personali. In questo vortice di sensi e sollazzi, a fare la parte del debole non è chi si abbandona, ma precisamente chi resiste, poiché ogni resistenza è solo una falsa coscienza con cui mascherarsi dalla realtà del mondo. La cultura romantica è ormai alle spalle degli uomini, prossima a scivolare nel decadentismo dove tutto diviene relativo, l’amore è un’esperienza chiaroscurale, la società si ammala di malinconia. Così quando Octave, scosso dalla morte del padre, si ritira in campagna in cerca di un nuovo equilibrio, l’innamoramento ricambiato per Brigitte, vedova più anziana di lui e di straordinaria sensibilità, non basta a salvarlo dallo smarrimento di gelosia e tristezza che ormai ha contagiato il suo tempo. Dotata di grande attenzione per l’impianto visivo e l’atmosfera di luce e colori con cui modella la propria opera, capace anche di suggestive risonanze tra tempo del racconto e contemporaneità, Sylvie Verheyde si trova tuttavia a gestire un film discutibile e venato da molte falle: quello che manca alla sua storia è la capacità di distaccarsi dalla pagina scritta e, con l’intensità di Stella, donare all’azione la vita. I pochi momenti di emozione sono affidati alla sempre brava Charlotte Gainsbourg, il cui talento non compensa però la pessima scelta di Pete Doherty come protagonista.

Confession d’un enfant du siècle [id., Francia 2012] REGIA Sylvie Verheyde.
CAST Pete Doherty, Charlotte Gainsbourg, August Diehl, Lily Cole.
SCENEGGIATURA Sylvie Verheyde (tratta dall’omonimo romanzo di Alfred de Musset). FOTOGRAFIA Nicolas Gaurin. MONTAGGIO Christel Dewynter
Drammatico, durata 125 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly