adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Videodrome (1983)

mercoledì 23 Aprile, 2014 | di Marcello Polizzi
Videodrome (1983)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE CYBERPUNK/MEMORIE SINTETICHE, II PARTE
Gloria e vita alla nuova carne
Serge Grünberg scrive: “La trasmissione Videodrome è una sorta di regno di forma i cui spettatori sarebbero diventati le ombre proiettate”. Il velo di Maya è stato strappato, fondendo definitivamente realtà e illusione.

Videodrome può essere considerato a tutti gli effetti il manifesto del cinema di Cronenberg, “un cinema che non appartiene più all’apparenza”, dal momento che la potenza virale delle immagini contagia lo spettatore dall’interno, creando un intimo coinvolgimento, fino ad annullare la tipica distanza della rappresentazione. Toccherà quindi a chi assiste fare i conti poi con quel “demone materiale” – citando ancora il critico francese – che mediacritica_videodromeattecchirà alle fondamenta, rendendo concreto il disagio. D’altronde, fulcro della riflessione cronenberghiana è da sempre il corpo, materico e tangibile, trasfigurato e profanato in tutte le sue mutazioni, attraverso un processo irreversibilmente allucinatorio. E l’allucinazione, in quanto interpretazione del reale, annulla l’oggettività, nega un punto di vista onnisciente e, nell’indistinguibilità dei piani di realtà, destabilizza lo spettatore, persuadendolo ad abbandonarsi ai tanti mondi possibili partoriti dalla mente di Cronenberg. Le visioni di Max Renn, direttore della Civic Tv, sono causate da un segnale video sconosciuto che mostra torture ed omicidi in diretta: spettacolo perfetto per la piccola rete di Max, profondamente attratto dalla forza della trasmissione. Il virus, questa volta, giunge dunque via cavo, e la televisione diviene il condotto per il dilagamento del contagio. In un delirio paranoico, in cui Max viene vorticosamente risucchiato, la realtà risulta essere, come ricorda il Prof. O’Blivion, nient’altro che la “percezione della realtà”. La risposta alle allucinazioni non va più cercata nelle immagini mostrate, specchio dei propri desideri e volontà, ma nel loro contenitore, in quelle tv e videocassette pulsanti ed ansimanti. Il mezzo televisivo, in Videodrome, diventa carne, sangue e viscere, massa suadente ed eccitante. “La televisione che ti porti a letto” è ormai essa stessa l’oggetto delle perversioni e dei piaceri di Max, una video-allucinazione che intacca il cervello umano con escrescenze carnose tumorali. Il verbo di McLuhan si fa cinema: “ogni nuovo media è un’estensione del nostro corpo”. La fusione è allora completa, il corpo è irrimediabilmente infetto e la veridicità dell’immagine è ormai alterata. Un nuovo spettatore è pronto a nascere in un suo corrispettivo televisivo, e noi con lui, in una visione – che come scrive Canova – inquieta perché ci fa “sentire” già all’opera, qui e ora, durante la visione di Videodrome, testimoni oculari dell’avvenuta profezia di O’Blivion: “La televisione è più che la vita”.

Videodrome [id., Canada 1983] REGIA David Cronenberg.
CAST James Woods, Sonja Smits, Deborah Harry, Leslie Carlson, Jack Creley.
SCENEGGIATURA David Cronenberg. FOTOGRAFIA Mark Irwin. MUSICHE Howard Shore.
Fantascienza/Horror, durata 87 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly