adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Per favore, non toccate le vecchiette (1968)

sabato 28 Giugno, 2014 | di Juri Saitta
Per favore, non toccate le vecchiette (1968)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE BUON COMPLEANNO MEL BROOKS
Viva la rovina!
Conosciuto anche e soprattutto per i suoi film-parodia, Mel Brooks fin dal proprio esordio da regista cinematografico si prende gioco di tutto e tutti: dei nazisti, della sessualità, dei gusti del pubblico, dello show-business, ecc.

Questo a partire dal soggetto: un produttore teatrale sull’orlo della bancarotta scopre da un contabile che si può guadagnare maggiormente con un fallimento che con un successo. Il protagonista decide dunque di lavorare insieme all’impiegato per finanziare e realizzare lo spettacolo più orrendo possibile sperando nel disastro totale.mediacritica_per_favore_non_toccate_le_vecchiette1a Girato nel 1968 Per favore, non toccate le vecchiette non solo tratteggia dei personaggi paradossali che rappresentano in modo beffardo e sopra le righe vecchie e nuove “categorie sociali” (ad esempio il funzionario nevrotico, il nostalgico hitleriano, l’attore drogato e vagamente hippie), ma soprattutto scardina ironicamente i codici linguistici dello spettacolo e del cinema hollywoodiano in particolare. L’opera, infatti, utilizza alcuni sistemi narrativi e stilistici “classici” per ribaltarne gli effetti e i significati, si pensi al produttore che cerca il fallimento invece del successo (satira delle pellicole sull’ascesa o sul riscatto) o al discorso retorico e “dannoso” di Gene Wilder durante il processo (parodia dei monologhi finali nei film giudiziari e affini). Anche la regia contribuisce al risultato, poiché con qualche semplice ma studiata inquadratura raffredda e ridicolizza la sequenza del patto definitivo tra i protagonisti (momento solitamente energico nelle commedie e nei musical) e, nella scena dello spettacolo, sbeffeggia persino le coreografie anni ’30 di Busby Berkeley. Tutti elementi che, insieme a un ritmo serrato e a dei dialoghi al tempo stesso brillanti e demenziali, danno vita a un film non solo molto divertente e surreale, ma anche fortemente dissacratorio. Infatti, l’opera nasconde un sottotesto lucido e satirico sul sogno americano e sulla società degli anni ‘60. Le maschere rappresentate e i ribaltamenti messi in atto possono essere interpretati anche come i segnali di un Paese – gli Stati Uniti – confuso e caotico, dove ogni principio viene discusso, rovesciato o frainteso, a cominciare dal sogno di felicità tipico dell’American way. A dimostrarlo è la teoria su cui si fonda il piano dei protagonisti: più si è mediocri più ci si arricchisce, dunque viva la rovina e viva il fallimento! E abbasso la logica e la razionalità! Questo in un “cinema del ribaltamento” capace di riflettere sarcasticamente gli umori di un’epoca tanto cruciale quanto complessa.

Per favore, non toccate le vecchiette [The Producers, USA 1968] REGIA Mel Brooks.
CAST Zero Mostel, Gene Wilder, Kenneth Mars, Christopher Hewett, Lee Meredith, Dick Shawn.
SCENEGGIATURA Mel Brooks. FOTOGRAFIA Joseph F. Coffey. MUSICHE John Morris.
Commedia, durata 88 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly