adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Melbourne

sabato 29 Novembre, 2014 | di Giulia Zen
Melbourne
In sala
0
Facebooktwittermail

Castigo senza delitto
È con una sferzante strizzata d’occhio al cinema di Asghar Farhadi che si inserisce l’opera prima dell’iraniano Nima Javidi presentato alla ventinovesima edizione della Settimana Internazionale della Critica, sezione della Mostra del Cinema di Venezia.

Riecheggiando i toni claustrofobici e introspettivi di Una separazione, Melbourne presenta la storia di una giovane coppia di sposi, Sara (Negar Javaherian) e Amir (il premiato e bravissimo Payman Maadi), in procinto di lasciare l’attuale appartamento alla ricerca di una nuova avventura in Australia. Tra valigie,mediacritica_melbourne telefonate e incursioni fisiche e diegetiche continue, una terribile tragedia si consuma dietro agli occhi inermi e inconsci dei protagonisti: una neonata che era stata affidata loro muore nel sonno. Cos’è successo in quel pomeriggio confuso e concitato? Com’è possibile che nessuno se ne sia accorto? Con Melbourne, Javidi congela momentaneamente letteratura, pesanti solfoni e satire politiche, all’insegna dell’antica Arte cinematografica costruita esclusivamente attraverso primi piani e macchina da presa (Hitchcock docet). L’interno di un piccolo appartamento è l’unico sfondo geografico e geometrico della storia: studiato, fotografato, ripreso allo sfinimento da ogni piccola angolatura. Lo stesso vale per i protagonisti, la cui mimica regna pregnante per tutta la durata dell’interpretazione, che sfocia in un’escalation di ansie, pianti e interrogatori senza fine. È proprio su questi ultimi che il cineasta sfodera tutta la propria maestria da sceneggiatore: egli pone lo spettatore allo stesso piano conoscitivo dei personaggi, in modo tale da abbandonare ogni beneficio – o riserva – del dubbio. Non solo: alza la posta introducendo due ulteriori figure, apparentemente marginali ma ree di generare ancor più caos narrativo, ovvero i genitori della neonata. Una situazione che si fa sempre più surreale, quasi kafkiana, dalla quale Sara e Amir potranno uscire solo grazie ad un’ultima e inesorabile decisione. “Oh, allora soffocheremo, all’occorrenza, anche il senso morale; e la libertà, la tranquillità, perfino la coscienza, tutto, tutto porteremo al mercato degli stracci” (Fëdor Dostoevskij, Delitto e castigo).

Melbourne [id., Iran 2014] REGIA Nima Javidi.
CAST Payman Maadi, Negar Javaherian, Mani Haghighi, Shirin Yazdanbakhsh, Elham Korda.
SCENEGGIATURA Nima Javid. FOTOGRAFIA Hooman Behmanesh. MUSICHE Hamed Sabet.
Drammatico, durata 93 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly