adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Il festival dei social. #Sanremo2015

sabato 21 febbraio, 2015 | di Gabriele Prosperi
Il festival dei social. #Sanremo2015
Editoriale
0
Facebooktwittergoogle_plusmail

Le cifre del Festival di Sanremo sono sempre piuttosto alte ma quest’anno le aspettative sono state più che superate: quasi 12 milioni di spettatori hanno assistito alla premiazione del trio di mamma Clerici, Il Volo. La 65° edizione è la più seguita negli ultimi dieci anni.

Eppure appena sentita la notizia qualcosa non tornava.
Certo, conduzione impeccabile quella di Carlo Conti: soliti noti che tornano sul palco e ben tre vallette molto più manovrate del solito mediacritica-editoriale-sanremo2015(ricordate Belen e Littizzetto?). Fin dall’inizio tutto sembrava di una tranquillità così “alla Carlo Conti”: una conduzione pulita, nessun eccesso, da non fare invidia alla peggiore edizione (quella del ’75). Non che mancassero spunti! Dalla superfamiglia cattolica Anania alla barbuta eroina Conchita Wurst, due poli opposti perfetti di “eccessività” che avrebbero fatto gola a qualsiasi Chiambretti di passaggio, la Nannini che stona come non ci fosse un domani, ospiti improbabili come Charlize Theron, di quelli che ti chiedi “ma perché è lì?”
Poi, mentre guardavo la trasmissione – deluso come da buon italiano – ho abbassato gli occhi e mi sono accorto di quello che stavo facendo da ormai quattro giorni: al posto del telecomando il cellulare, sintonizzazione puntuale su Twitter all’inizio dello show. Ecco dove stava il Festival: migliaia di commenti inondavano i social network, quell’acqua cheta che guardavo in televisione non era che il fondo di un oceano in tempesta sulla superficie 3.0. Ed ecco la 65° edizione, un paradosso: da un lato il Festival dell’omologazione, con una buona metà dei concorrenti amputati del cognome (sarà un caso?) e dallo stile sempre riconducibile… a qualcun altro. Dall’altro il Festival dei social, eterogeneo, un Festival che stupisce (ora sul serio) per la lungimiranza degli organizzatori che, dopo essersi fatti sfuggire l’occasione nella scorsa edizione, in questa anticipano i tuitteri italiani promuovendo da subito l’hashtag #Sanremo2015.
È nei social che il Festival ha trovato la sua piena conclamazione, attraverso il contributo di “lavoratori gratuiti” e attenti a ogni possibilità di narrazione proveniente dagli spunti che venivano solo accennati in TV (per non eccedere troppo). Anania, Wurst, Nannini diventano dei trending topic eccezionali, VIP di varia origine (Luxuria, D’Alessio vs. Lucarelli ) e tweetstar si alternano a un’inconsapevole promozione dello show. Il Festival rivive i fasti di un tempo ma per farlo si impoverisce di tentati suicidi e farfalline. Appiattito e standardizzato diventa un contenitore narrativo da riempire, con “scrittori” provenienti da ogni angolo del web, perché quest’anno “Tutti cantano a Sanremo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly