adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Automata

sabato 28 Febbraio, 2015 | di Marcello Polizzi
Automata
In sala
1
Facebooktwittermail
Voto autore:

L’anello mancante
Cosa accadrebbe se l’intelligenza umana venisse superata da quella artificiale di un automa? Come immaginare un futuro in cui robot creati dagli uomini conquistano una coscienza, liberandosi dal saldo binomio creazione/creatore? Interrogativi questi che da sempre caratterizzano il mondo della fantascienza e al cui fascino cede anche lo spagnolo Gabe Ibáñez con il suo Automata, prodotto e interpretato da Antonio Banderas.

Anno 2044. La Terra è ormai quasi del tutto desertificata e gli uomini sopravvivono lontani dalle vaste zone radioattive in grandi metropoli isolate, grigi ammassi di edifici perennemente bagnati da piogge acide. Gli automi Pilgrim 7000 creati per risollevare le sorti dell’umanità sono ormai perfettamente inseriti nella vita quotidiana e Jacq Vaucan è unmediacritica-automata agente della Robotics Corporation che si occupa delle loro assicurazioni. Dopo sospetti segnali di malfunzionamento, alcuni prototipi cominciano ad autoripararsi, violando autonomamente il protocollo di sicurezza e Vaucan si trova ad indagare per scoprire chi possa averne modificato la memoria centrale. Automata senza dubbio non punta sull’innovazione di un soggetto che, come abbiamo detto, accompagna il genere fantascientifico da tempo e che per di più rappresenta la base per quel fondamentale rinnovamento attuato dall’imprescindibile figura di Isaac Asimov. Come infatti accadeva già per Io, Robot, anche la pellicola di Ibáñez s’ispira chiaramente allo scrittore russo e precisamente alle sue Tre leggi della robotica, rielaborate qui nei protocolli che impediscono ai robot di nuocere a qualsiasi forma vivente e di modificare se stessi o altri robot. Attraverso l’espediente narrativo della violazione di tali principi, Automata si presta dunque ad una riflessione più ampia sull’interpretazione futuristica legata al concetto di “singolarità tecnologica”, stimolando in tal modo l’interrogativo più affascinante: dove si colloca l’umanità in questo improvviso slancio evolutivo? Ma questa attitudine filosofico-esistenzialista non viene perseguita coscienziosamente e nonostante l’ottimo incipit, dalle tinte noir e dall’atmosfera alla Blade Runner, lo spessore della pellicola curiosamente si perde proprio quando a guadagnarne è la potenza visiva delle immagini, in quel deserto dalla luce abbagliante e dai connotati biblici, dove si sviluppa e si conclude la storia e che ben si presta alla presa di coscienza del protagonista. Quell’equilibrio che Automata stava provando a costruirsi si spezza quindi definitivamente, tutto a vantaggio di una forte e intrigante fascinazione delle ambientazioni, mostrando di contro però diversi esempi di retorica e artificiosità, ma soprattutto la mancanza di quel reale approfondimento riflessivo e stimolante sul tema, smarrito nelle pieghe della narrazione e sacrificato forse per mancanza di audacia.

Automata [Id., Spagna/Bulgaria 2014] REGIA Gabe Ibáñez.
CAST Antonio Banderas, Dylan McDermott, Melanie Griffith, Birgitte Hjort Sørensen, Robert Forster.
SCENEGGIATURA Gabe Ibáñez, Igor Legarreta, Javier Sánchez Donate. FOTOGRAFIA Alejandro Martínez. MUSICHE Zacarías M. de la Riva.
Fantascienza/Thriller, durata 109 minuti.

One Comment

  1. segugetta says:

    Banderas è un attore davvero poliedrico e che non smette di stupire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly