adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

La scelta

sabato 11 Aprile, 2015 | di Valentina Cauteruccio
La scelta
In sala
1
Facebooktwittermail
Voto autore:

… sbagliata
Se non si hanno le ali non bisognerebbe tentare il volo. Probabilmente questa certezza è sfuggita a Placido mentre decideva di dirigere La scelta, il suo ultimo film liberamente tratto da L’innesto di Pirandello.

Difatti gli inutili virtuosismi di macchina che decide di affrontare riescono a suscitare nello spettatore solo una sensazione di capogiro, di fastidio, poiché non hanno uno scopo ma sono esclusivamente fini a se stessi o al compiacimento del regista. Inutili sono anche i momenti in cui la cinepresa fissa e scruta la povera protagonista, la spia nei momenti più cupi tanto da far venire voglia di distogliere lo sguardo in segno di rispetto.mediacritica_la_scelta_290 Forse, se si è in grado di reinventarsi registi ma si nasce principalmente attori – riuscendo anche a produrre qualcosa di buono – si dovrebbe continuare a volare basso e non cercare di arrivare forzatamente nell’Olimpo dei grandi. La scelta, in parte coraggiosa, di ispirarsi a un racconto del 1919 che affronta tematiche in continua evoluzione, come il rapporto uomo-donna e i figli, è l’unica giustificazione al lento trascorrere dei quasi novanta minuti e all’incapacità di rinunciare a scene degne di un’opera in costume. Perché i poveri Bova e Angolini sono costretti a rincorrersi e scappare, perdonarsi e amarsi per poi abbandonarsi e rifiutarsi, il tutto principalmente attraverso sguardi – spesso piatti e inverosimili – e poche parole, perché alla fine in una relazione il dialogo non conta, l’importante è essere in grado di fare “scene da film” magari in mezzo a una strada, dove i passanti intervengono, strizzando l’occhio alla tematica delle violenze domestiche. In tutto questo marasma di situazioni epiche e movimenti di macchina fuori luogo, ci si dimentica di cosa si stava parlando; il tema principale che dovrebbe essere la paternità come fattore biologico diventa il contorno agli esercizi di mimica che sembra stiano facendo i due attori principali. Anche l’ambientazione stona: i paesaggi meravigliosi della Puglia diventano motivo di incoerenza, perché ci chiediamo come facciano Laura e Giorgio – palesemente attori del nord anche se de-accentuati – ad essere nati e cresciuti nelle campagne degli ulivi e delle pale eoliche pugliesi. Infine, il desiderio irrefrenabile del regista Placido di recitare ancora, anche nella sua pellicola, dà vita ad un inutile quadretto familiare: il maresciallo e il figlio amante della musica, che da anello di collegamento con i protagonisti diventano un triste cammeo di chi non sa stare solo dietro la macchina da presa.

La scelta [Italia 2015] REGIA Michele Placido.
CAST Raoul Bova, Ambra Angiolini, Michele Placido, Valeria Solarino, Manrico Gammarota. SCENEGGIATURA Giulia Calenda, Michele Placido. FOTOGRAFIA Arnaldo Catinari. MUSICHE Luca D’Alberto.
Drammatico, durata 86 minuti.

One Comment

  1. Andrea says:

    Condivido in pieno tutto Valentina! Devo però spezzare una lancia in favore di Ambra: con il tempo migliora…attendo di vederla ancora in teatro però!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly