adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Una tomba per le lucciole

sabato 13 Giugno, 2015 | di Edoardo Peretti
Una tomba per le lucciole
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Struggimento
Il 1988 è stato un anno importante per il cinema d’animazione: un non ancora affermato Studio Ghibli, poco oltre gli albori della sua storia e pure in una situazione finanziaria un po’ traballante, lancia sul mercato giapponese due film destinati a cambiare le sorti dello studio e del cinema d’animazione: uno è il celebre Il mio vicino Totoro di Hayao Miyazaki, l’altro Una tomba per le lucciole di Isao Takahata, mentore del più celebre Miyazaki, a cui è legato da un interessante rapporto d’amore e odio (si veda l’interessante quanto irrisolto documentario recentemente passato nelle sale italiane Il regno dei sogni e della follia), e anima dello Studio Ghibli.

Ora, se l’autore de La città incantata è giustamente celebrato ovunque e in qualunque modo, il suo rivale/maestro/amico gode di una fama più limitata e di nicchia, nonostante non sia inferiore (e neanche superiore, precisiamo: dire chi è meglio tra lui e Miyazaki ricorda un po’ la sterilità di chi discute su chi sia meglio tra Messi e Ronaldo) al collega fraterno. È proprio Una tomba per le lucciole a dimostrarlo: un film per il quale la parola mediacritica_una_tomba_per_le_lucciole_290capolavoro non stona, e che dimostra come si possa fare un cartone animato perfettamente inserito nel contesto storico e nella “realtà”, e dove il realismo del dramma può convivere alla perfezione con la magia tipica del cinema d’animazione. La storia dei due fratelli, lui pre-adolescente e lei ancora bambina, in disperata e vana fuga dal lutto provocato dalla morte della madre e dalla miseria e dalla distruzione di un Giappone devastato dalla guerra, seguendo l’utopia di un impossibile ritorno alla natura, è trattata con una sincerità che non fa sconti alla realtà storica e non evita di affrontare di petto la tragedia. Lo si capisce fin dalla prima sequenza, che raffigura adolescenti vagabondi e abbandonati morire per strada, tra l’indifferenza e l’incomprensione dei passanti. Il film di Takahata è anche un’opera delicatamente antimilitarista che non ha bisogni di urlare proclami e denunce, ma che accentua questo carattere con l’inesorabile naturalezza con cui la drammatica vicenda si evolve, come se gli eventi siano conseguenze ovvie e inevitabili. Al di là del realismo magico di fondo e delle connessioni con la Storia, e aldilà di tutto, Una tomba per le lucciole conquista i cuori degli spettatori e un posto nella storia del cinema per la lievità e il pudore con cui tratta i momenti e i sentimenti più delicati, causando uno struggimento lieve tanto quanto implacabile e inesorabile. Un’opera che commuove, anche grazie al sagace e controllato uso degli accenni più “fantastici” (pochi, ma importanti), senza bisogno di ricattare, ma anche in questo caso con estrema naturalezza, e che è diventata fondamentale per lo sviluppo di un cinema d’animazione consapevolmente adulto.

Una tomba per le lucciole [Hotaru No Haka, Giappone 1988] REGIA Isao Takahata.
SCENEGGIATURA Isao Takahata (dal romanzo omonimo di Akyuki Nosaka). ART DIRECTOR Yoshifumi Kondo. MUSICHE Yoshio Mamiya.
Animazione, durata 89 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly