adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Inside Out

mercoledì 26 Agosto, 2015 | di Stefano Lalla
Inside Out
In sala
7
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

ANTEPRIMA
Siamo fatti (all’incirca) così
Gli ultimi quattro anni sono stati deludenti per i fan dello studio d’animazione di Toy Story, che sembrava aver perso la sua capacità di raccontare storie che fossero popolari e originali allo stesso tempo. Era quasi come se fosse avvenuto un trasferimento di energie dalla Pixar a mamma Disney, che, grazie a Frozen, ha dimostrato di potere ancora dominare il pubblico e il box office come una volta (il momento di svolta è stato l’uscita di Rapunzel).

La Disney resta però legata a uno schema di narrazione favolistica che dà poca importanza all’originalità, una qualità che ha sempre contraddistinto la Pixar, che con Inside Out è tornata a lavorare a livelli altissimi. Il nuovo lungometraggio, che in Italia uscirà il 16 settembre, racconta la storia di Riley, una ragazza di undici anni che deve affrontare un trasloco e la conseguente perdita delle amicizie dovuta alla rilocazione improvvisa. Il tutto è osservato mediacritica_inside_out_290dall’interno del cervello di Riley, una cabina di pilotaggio guidata da cinque individui dalle personalità conflittuali: Gioia, Tristezza, Paura, Rabbia e Disgusto. Essi non guidano l’arbitrio di Riley, ma controllano i suoi sentimenti dominanti; si può dire che la cabina di pilotaggio sia una sorta di ipotalamo e che i cinque amici personifichino le sostanze ghiandolari che determinano i nostri sentimenti. Il film instaura immediatamente un rapporto di causa-effetto, ambivalente e dalle regole abbastanza precise, tra il mondo interno e quello esterno alla mente di Riley. Qui sta un punto di originalità di Inside Out: la psiche non è rappresentata con esattezza scientifica (non è un clone di Esplorando il corpo umano) ma in maniera metaforica e semplificata. Questa scelta è più efficace rispetto all’approccio “scientifico”, che si sarebbe rivelato senza dubbio inadatto a spiegare una materia infinitamente complessa come quella psichiatrica, tanto più in un film che vuole essere prima di tutto un racconto di formazione e poco interessato agli scopi divulgativi. Lo sconvolgimento emotivo di Riley determinerà un cambiamento di assetto nella sua psiche e, in particolare, Tristezza, che fino allora era stata un sentimento secondario, scoprirà di avere un ruolo di primo piano nella gestione dei ricordi della ragazza. Saranno proprio Tristezza e Gioia ad affrontare un viaggio nella mente di Riley, in seguito a un incidente che le vedrà espulse dalla cabina di pilotaggio e lanciate nel labirinto in cui sono archiviati i ricordi. Dovranno mettere da parte le differenze e comprendere che sono due facce della stessa medaglia per attraversare i meandri della mente e tornare al punto di partenza prima che la loro assenza provochi dei danni irreparabili alla coscienza della ragazza.

Inside Out [id., USA 2015] REGIA Pete Docter, Ronnie del Carmen.
CAST (DOPPIATORI ORIGINALI) Amy Poehler, Diane Lane, Richard Kind, Bill Hader.
SCENEGGIATURA Meg LeFauve, Josh Cooley, Pete Docter. FOTOGRAFIA Patrick Lin, Kim White. MUSICHE Michael Giacchino.
Animazione, durata 94 minuti.

Inside Out
3.9 10 78%

7 Comments

  1. Wilder 87 says:

    Non vedo l’ora di vederlo!

  2. Lucia says:

    Che meraviglia di film!

  3. mirto says:

    Sopravvalutato….

    • bobby charlton says:

      Concordo: caratterizzazione e tecnica eccellenti, ma il ritmo è spesso artificiosamente sovreccitato, la narrazione monocorde e secondo me molti si sono fatti abbindolare dal fatto che un cartoon nomini inconscio e subconscio facendo trattatelli di psicologia a uso didattico per le scuole.

  4. Kim says:

    bellissimo, pieno di intuizioni geniali

  5. Jan says:

    sopravvalutatissimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly