adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Scream – Chi urla muore (1996)

sabato 5 Settembre, 2015 | di Francesco Roder
Scream – Chi urla muore (1996)
Film History
2
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE WES CRAVEN
L’urlo della vittoria
Nel 1996, l’horror americano non si trovava di certo in grande forma. Ancora ben saldato alla serie B, il genere si stava commercialmente evaporando ed era ben lungi dall’essere considerato mainstream. La stessa carriera di Wes Craven, dopo una serie di flop, era in astinenza di successo. Scream, classica storia di adolescenti di provincia perseguitati da un misterioso killer mascherato da fantasma, è stato, per molti aspetti, un piccolo ed inaspettato miracolo.

La magia di Scream sta tutta nel suo essere stato un meccanismo filmico e commerciale perfettamente funzionante. La straordinaria Drew Barrymore apre il film come novella Janet Leigh in un impressionante prologo che è subito diventato cult: Casey, sola in una casa fuori mano, viene perseguitata telefonicamente da uno squilibrato che la sottopone a una vera e propria tortura psicologica fatta di quiz sul cinema horror.mediacritica_scream_1 Un fatale errore su Venerdì 13 ha come punizione lo sventramento del suo fidanzato: la sceneggiatura strizza l’occhio sadicamente allo spettatore (quasi certamente colpevole di aver sbagliato a sua volta la risposta) e lo inchioda con violenza allo schermo per i successivi novanta minuti. Per la prima volta, il pubblico e i personaggi diventano un tutt’uno: i piani si mescolano e i protagonisti sono consapevoli di trovarsi all’interno di una classica storia da film horror anni Ottanta. La loro conoscenza enciclopedica del genere (che viaggia alla pari con quella del pubblico) però non determinerà la loro salvezza, e se i teenagers dentro lo schermo non si salvano, come potranno mai sentirsi al sicuro quelli che lo schermo lo stanno guardando? Craven riesce abilmente a raggiungere altissimi livelli di tensione, grazie ad un gioco registico classico ma innovativo fatto di inquadrature fluttuanti e fuori asse, scansioni esasperate dei tempi di montaggio e una colonna sonora lugubre e terrificante. Un’evoluzione narrativa che aveva già avuto inizio con Nightmare – Nuovo incubo (la sua prima incursione nel metacinema) ma che qui si mescola per la prima volta con la violenza cruda e selvaggia dei suoi film d’esordio (Casey non fa una fine migliore della Mari de L’ultima casa a sinistra). Più che un omaggio, Scream è una vera e propria dichiarazione d’amore nei confronti dell’horror e dei suoi fan; l’amore diretto e quasi maniacale per il suo pubblico ne ha determinato la vittoria e ha fatto sì che l’horror rientrasse a Hollywood dalla porta principale, dando vita a un nuovo e prolifico sottogenere citazionista, pauroso ed ammiccante. Se oggi l’horror non viene più trattato alla stregua di un genere inferiore ma bensì come campo aperto di serie A dove creare e sperimentare (con o meno successo), questo lo dobbiamo, in parte, anche alla mente brillante e beffarda del nostro caro Wes Craven.

Scream – Chi urla muore [Scream, USA 1996] REGIA Wes Craven.
CAST David Arquette, Neve Campbell, Courteney Cox, Rose McGowan, Drew Barrymore.
SCENEGGIATURA Kevin Williamson. FOTOGRAFIA Mark Irwin. MUSICHE Marco Beltrami.
Thriller/Horror, durata 111 minuti.

2 Comments

  1. mirto says:

    bella analisi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly